Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 405
POZZALLO - 01/08/2015
Attualità - Interrogazione al sindaco del consigliere indipendente Salvatore Duri

Violazioni al codice della strada. E i vigili urbani?

"Si ha l’impressione di un generale abbandono dichiara Duri - nonchè di continui disservizi e di norme che nessuno fa più rispettare". Foto Corrierediragusa.it

Violazioni continue al codice della strada e i vigili urbani che fanno? Se lo chiede il consigliere comunale indipendente Salvatore Duri che a questo proposito ha inviato, con il carattere dell’urgenza, un’interrogazione al sindaco Luigi Ammatuna per renderlo edotto del reale pericolo rappresentato dalle continue violazioni alle norme del traffico locale. "Un’apposita ordinanza sindacale - scrive Duri - disciplina il transito veicolare per il tratto compreso tra piazzetta Padre Pio e lungomare Raganzino, luogo privilegiato nelle sere estive per passeggiare in tranquillità ed in sicurezza, imponendo il divieto di circolazione e di parcheggio a far data dal 14 luglio scorso e fino al prossimo 09 settembre dalle ore 21 all´una di notte. Ma, nonostante il posizionamento di apposita segnaletica verticale ed orizzontale, da diverse sere, si registra il continuo passaggio di autoveicoli, autovetture in sosta e il continuo scorrazzare di motorini e, fatto ancora più grave, che il Consigliere Duri ha potuto personalmente verificato, non vi è nessun tipo di controllo da parte della Polizia Urbana il cui orario di servizio serale termina alle ore 22.

Tutto questo - continua il consigliere - genera grande disagio ai cittadini ma soprattutto grave pericolo per l’incolumità delle persone specialmente dei bambini. Nessuno riesce a sanzionare i trasgressori che, non curanti delle proteste dei pedoni, continuavano imperterriti la passeggiata a bordo delle loro auto perché non vi è nessun controllo".

Il consigliere Duri, che per diverse volte, si è premurato telefonicamente di evidenziare questo reale problema con la propria interrogazione vuole conoscere i motivi di tale disagio, che, se calato in un contesto più ampio, rappresenta l’emblema di una disorganizzazione totale in cui la macchina amministrativa tutta è relegata. "Si ha l’impressione di un generale abbandono conclude Duri - nonchè di continui disservizi e di norme che nessuno fa più rispettare".