Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:35 - Lettori online 910
POZZALLO - 30/07/2015
Attualità - È tutto fermo, tutto rinviato

Ma quando apre la stazione passeggeri a Pozzallo?

Parla Giancarlo Dimartino, direttore dei lavori per conto della Provincia iblea
Foto CorrierediRagusa.it

"Nel corso del prossimo mese di agosto, ci sarà il taglio del nastro della stazione passeggeri del porto (foto)". Questo, in sintesi, il messaggio che lo scorso marzo i funzionari provinciali diffusero, tramite comunicato, dopo le tante indiscrezioni sullo stop ai lavori per l’infrastruttura turistica. Agosto alle porte, struttura pronta? Macchè. È tutto fermo, tutto rinviato. Solo qualche novità rispetto allo scorso marzo ma è chiaro che, ad agosto, non ci sarà alcun taglio di nastro. "Il problema più grande – dice Giancarlo Dimartino, direttore dei lavori per conto della Provincia iblea – è stato il fallimento dell’impresa che ha in appalto i lavori. Lo scorso Primo giugno avevamo inviato una missiva all’impresa perché, dopo un sopralluogo, avevamo visto che i lavori andavano a rilento. A metà giugno, la notizia del fallimento della ditta. Stiamo aspettando che il giudice che cura la procedura giudiziaria antimafia ci dia una richiesta di proroga perché mancano davvero gli ultimi passaggi per ultimare la struttura. Tempi? Non dico nulla. Se c’è il rischio di vederla ultimata il prossimo anno? Sì, c’è questo rischio".

Due anni fa, estate 2013, fu il prefetto Annunziato Vardè, con tanto di piccone in mano, a presenziare al porto per la posa della prima pietra. Era presente anche l’ex commissario straordinario Giovanni Scarso. "Entro un anno – disse il prefetto due anni fa, alla presenza del sindaco Luigi Ammatuna – daremo la struttura turistica ai cittadini e ai turisti". Sono trascorsi due anni e c’è il serio rischio che il taglio di nastro slitti al 2016. Ci sono voluti nove anni e sei mesi per appaltare l’opera, sono trascorsi già due anni dalla posa della prima pietra, totale undici anni e sei mesi per una struttura di pochi metri quadrati. La stazione passeggeri di Pozzallo deve essere realizzata su un’area di 1744 metri quadrati, il progetto finanziato con i fondi strutturali del Patto Territoriale di Ragusa prevede una spesa di un milione e 531 mila euro.

"Il soppalco è stato montato – dice ancora Dimartino – le cisterne interrate fatte, la copertura ancora no, la strada di accesso non è stata fatta ma è il male minore". La struttura doveva essere consegnata dodici mesi dopo l’estate 2013. Il cronogramma dell’opera ha prima subito un ritardo per la vicenda riguardante l’informativa antimafia della Prefettura di Roma in capo al consorzio Aedars (l’impresa appaltante), poi superato col ricorso al Tar del Lazio della ditta aggiudicataria dell’appalto, infine fermato causa fallimento del consorzio. Sarà il 2016 l’anno di apertura della struttura?