Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 925
POZZALLO - 07/07/2015
Attualità - Chiamati in causa anche i "maghi" per lanciare anatemi

Scambio di "fatture" e "malocchio" a Pozzallo

Intanto soluzioni si profilano all’orizzonte da parte del comune per venire incontro ai cittadini Foto Corrierediragusa.it

Il comune promette seri interventi per ridurre la Tari ma le storie che sono affiorate, in questi giorni di invio di bollette a domicilio, in alcuni casi, rasenta il ridicolo. Andiamo con ordine. L´ente comunale ha recepito il disagio in cui versano molti cittadini, a fronte anche di qualche errore di rendicontazione riconosciuto anche da sindaco e vicesindaco, rispettivamente Luigi Ammatuna e Francesco Gugliotta. La scorsa settimana per le vie della città, un manifesto ha reso «giustizia» a coloro che hanno invocato il ricalcolo delle bollette. Possono andare a chiedere lumi, così come si evince dal manifesto affisso in diversi luoghi della città, coloro a cui il garage è stato conteggiato come «altro fabbricato ad uso domestico». Altresì, possono chiedere conto e ragione coloro che posso usufruire di detrazioni in base al nucleo familiare che quotidianamente «produce» spazzatura. "E´ importante precisare – è scritto nel manifesto – che intento di questa amministrazione (…) è di venire incontro alle istanze della Città, correggendo, ove si manifestino, errori ed incongruenze in uno spirito di corretta collaborazione con gli utenti".

E avrà sicuramente da far rilevare «errori ed incongruenze» una cittadina originaria di Pozzallo ma residente dal 2005 a Modica. A casa della madre, dove non vive più da due lustri, è arrivata la tanto odiata Tari 2015 con un importo attorno alle 100 euro. Sulle prime, la donna ha pensato ad uno scherzo. Quando poi si è accorta che la bolletta era stata inviata proprio dall´ufficio comunale, non ha voluto credere ai propri occhi.

In questi giorni, poi, sono diverse le storie, più o meno vere, che si raccontano attorno alla bolletta Tari e a coloro che l´anno ricevuta. Una signora di 51 anni, destinataria di un importo poco superiore alle mille euro di tassa sulla spazzatura avrebbe consultato una sedicente maga, esperta (così dicono) di malocchio, la quale avrebbe lanciato un potente anatema contro palazzo La Pira. A conti fatti, uno "scambio di fatture"!

Nella foto l´inconfondibile Marty Feldman nel film cult Frankenstein Junior