Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 764
POZZALLO - 18/06/2015
Attualità - L’iniziativa della guardia costiera

"Mare sicuro" 2015 per una estate davvero tranquilla

Particolari controlli saranno fatti sugli arenili e lungo il litorale Foto Corrierediragusa.it

Prevenire è meglio che curare. Si sintetizza in questa massima la campagna di sensibilizzazione per una balneazione senza pericoli, promossa dalla Guardia Costiera, denominata «Mare Sicuro 2015». Nella sala stampa della Capitaneria di porto, il comandante in seconda, Marco Tognazzoni, ha illustrato le priorità dell´iniziativa volta ad assicurare a tutti i bagnanti una stagione tranquilla sia in mare che sulle spiagge. Da lunedì prossimo 22 giugno, e fino al 13 settembre, saranno in corso pattugliamenti con motovedette in mare aperto in collaborazione con pattuglie a terra. Durante l’ estate, uomini e mezzi della Guardia Costiera di Pozzallo vigileranno per prevenire gli incidenti in mare e assicurare lo svolgimento delle attività di balneazione e di turismo nautico. L’operazione «Mare Sicuro 2015» interesserà tutto il litorale di competenza del Compartimento Marittimo, da Acate fino alle porte del territorio di Pachino.
In previsione di un crescente afflusso nelle aree costiere e nelle spiagge da parte dell’utenza del mare, i militari dela Guardia Costiera hanno previsto il rafforzamento del proprio dispositivo di intervento e coordinamento specie nel periodo che intercorre fra la notte di San Lorenzo e Ferragosto.

Particolari controlli saranno fatti sugli arenili e lungo il litorale, in collaborazione con gli agenti della Polizia locale, per evitare il bivacco. Sono previste, comunque, delle sanzioni per tutti coloro che vorranno trascorrere la notte in spiaggia.

Per emergenze in mare, Tognazzoni ha vivamente raccomandato di utilizzare in caso di necessità e senza esitazione il «Numero Blu 1530», avendo sempre cura di verificare se in zona di navigazione è presente copertura telefonica. Questa, infatti, è garantita dagli operatori telefonici solo fino ad una certa distanza dalla costa. Si ricorda, inoltre, che per la navigazione oltre le 12 miglia nautiche è obbligatorio l’utilizzo a bordo di un apparato radio Vhf. Dotazione sempre raccomandata anche per la navigazione a distanze inferiori in quanto consente la possibilità di effettuare eventuali richieste o comunicazioni di soccorso anche attraverso il Canale 16.