Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 698
POZZALLO - 24/03/2015
Attualità - La giusta protesta di un pozzallese

Fora la gomma per le buche e chiede i danni

L’uomo ha temuto per la sua stessa vita Foto Corrierediragusa.it

Una strada dissestata e un cittadino arrabbiato che vuole chiedere i danni per la gomma forata. Poteva finire nel peggiore dei modi la disavventura di Saverio Iacono, 52 anni, residente a Cava d´Aliga ma assiduo «frequentatore», per motivi di lavoro, della strada che conduce da Pozzallo fino al cavalcavia per dirigersi ad Ispica e di competenza dell´Irsap, ex consorzio Asi. Buche profonde come crateri, asfalto spaccato e automobilisti costretti a scansare ad ogni metro un pericolo. Nei giorni scorsi, per far fronte all’emergenza, provocata anche dal passaggio quotidiano di mezzi pesanti come camion e trattori, il cittadino residente nella frazione sciclitana aveva sollecitato l´intervento della Polizia provinciale, facendo posizionare dei cartelli sull´asfalto nei pressi delle buche. Dopo qualche giorno, gli stessi cartelli venivano però rimossi. Le buche erano tutte lì, con grande meraviglia del cittadino che, a questo punto, macchina fotografica alla mano, ha effettuato alcuni scatti del tratto stradale e sta meditando seriamente di portare tutte le carte presso un legale di fiducia.

"Ho forato una gomma a causa delle tante buche – dice l´automobilista – e, per poco, non uscivo fuori strada. Ho temuto per la mia vita. Ho visto che la mia segnalazione alle forze dell´ordine è risultata vana. Ci sono buchi enormi sul manto stradale. Deve per forza «scapparci» il morto prima che asfaltino tutto a dovere"?

Quel che sembra certo è che, per percorre l´arteria stradale, gli automobilisti sono costretti a un percorso ad ostacoli. Dopo anni di colpevole incuria, la strada che collega Pozzallo alle campagne ispicesi sembra un campo «bombardato». I mezzi pesanti corrono troppo per un’arteria senza adeguato sottofondo stradale, che si riempie di buche ad ogni avversità atmosferica e richiede lavori senza fine. "Buche e avvallamenti – sostiene Iacono – rendono l´arteria stradale da anni un colabrodo e gli interventi di sistemazione lasciano il tempo che trovano. Questo lo so perché io transito parecchie volte per quella strada. Non è pensabile che, ai nostri giorni, un tratto stradale così fondamentale sia ridotto ad un colabrodo. E’ una vergogna sotto gli occhi di tutti".

Iacono ha anche riferito di aver denunciato il fatto ai vigili urbani di Pozzallo, senza però, a quanto pare, ottenere grandi risultati, e sta vagliando l´opportunità di chiedere un risarcimento danni.


E´ capitato anche a me!
24/03/2015 | 20.38.58
Gianni

Proprio oggi 24 marzo, prima dell´ora di pranzo, proveniente da Ispica verso Pozzallo, ho centrato in pieno una profonda buca che ha distrutto la mia ruota anteriore sinistra. L´auto ha sbandato paurosamente e solo grazie alla velocità moderata non sono finito fuori strada. E´ prorpio vero che ci deve scappare un serio incidente per provvedere alla sistemazione del manto stradale?