Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 1061
POZZALLO - 13/03/2015
Attualità - La lente d’ingrandimento dei giudici è stata posta sul rendiconto del 2012

"Codice giallo" sui conti di Pozzallo

Sotto osservazione pure i referti relativi al primo e al secondo semestre del 2013 Foto Corrierediragusa.it

Codice giallo per il quadro finanziario di palazzo La Pira. La corte dei conti (sezione di controllo per la Regione Siciliana) ha accertato parecchie criticità sui numeri proposti dall´attuale amministrazione comunale del sindaco Luigi Ammatuna (foto). In particolare, la lente d´ingrandimento dei giudici è stata posta sul rendiconto del 2012 e sui referti relativi al primo e al secondo semestre del 2013. C´è di tutto nelle due missive che, da Palermo, sono giunte nei giorni scorsi negli uffici comunali, dal mancato rispetto del patto di stabilità interno per l’esercizio 2012 con uno scostamento pari a 632 mila euro circa ai saldi negativi sia di parte corrente (euro 110.841,45) che di parte capitale (euro 106.588,97). Dal disavanzo della gestione di competenza sia nel 2012 (euro 217.430,40) che nel 2011 (euro 159.961,21) al disavanzo di amministrazione per l’esercizio 2012 per un importo pari a 7 milioni e 878 mila euro circa. Senza contare la mancata riscossione nel 2012 delle entrate relative alle sanzioni per violazione del codice della strada fino alle nuove assunzioni di personale nel corso del 2012, in netto contrasto con l´elevata incidenza della spesa sul personale rispetto all´anno precedente.

Insomma, tanto basterebbe per bocciare il piano presentato e decretare ufficialmente il dissesto per le casse comunali. I tagli nei trasferimenti statali e regionali a cui si aggiunge il minore gettito dei tributi locali, dovuto anche al fatto che ormai molti cittadini si sono dati alla macchia scegliendo la via dell´evasione, stanno mettendo in pericolo l´erogazione dei servizi essenziali. Pertanto, la corte dei conti, pur assestando un colpo durissimo ai fianchi dell´Ente, ha inviato la deliberazione n. 129 al Ministero dell’Interno, Commissione per la stabilità degli enti locali, facendo restare a galla le residue speranze di vita (amministrativa) per Ammatuna e l´attuale Giunta. Le ombre del dissesto finanziario si allungano come tentacoli soffocanti sul Comune chiamato a difficili equilibrismi per scongiurare un fallimento che, oltre che economico, in caso di dissesto, sarebbe anche politico.

Tutto il carteggio passerà adesso al presidente del consiglio, Antonio Zocco Pisana, il quale dovrà, a sua volta, convocare l´assise perché, per legge, dovranno essere gli inquilini di palazzo La Pira ad esprimersi in maniera risolutoria sulla vicenda.