Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 744
POZZALLO - 09/03/2015
Attualità - Mentre qualcuno si lamenta dell’assenza dei turisti sottoposti poi a questi "spettacoli"

Statua di San Giovanni nel degrado a Pozzallo

Indignati molti cittadini per l’indecenza che caratterizza la vasca del co-patrono di Pozzallo
Foto CorrierediRagusa.it

Lamentarsi dei mancati arrivi di turisti per colpa dei mezzi di informazione che «pompano» notizie su migranti e Isis e trascurare le bellezze architettoniche, lasciando statue e piazze nello squallore peggiore. E´ il caso della statua di San Giovanni Battista, situata in uno dei posti più incantevoli della città ma, recentemente, abbandonata al suo destino. Un video, postato su Facebook, è diventato "virale", rimbalzando di pagina in pagina e facendo vedere lo stato in cui versa la vasca che circonda il piedistallo della statua (foto). Nonostante il video circoli con insistenza su internet, nessuno sta muovendo un dito per dare decoro alla statua. Nessuno fra amministratori comunali e rappresentanti di associazioni di categoria sta facendo qualcosa. Gli stessi che, nei giorni scorsi, hanno lamentato una certa «pressione» degli organi di stampa sulla città, meta di migranti non certo su decisione dei mezzi di informazione.

All´interno della suddetta vasca, un liquido di color verde tendente al nero (acqua sicuramente inquinata) con delle macchie bianche (forse schiuma). Un obbrobrio che cozza terribilmente con l´immagine turistica che la città dovrebbe offrire dodici mesi l´anno, e non solo nel periodo estivo. Anche l´altra fontana, sita nella non distante piazza delle Rimembranze, sembra essere abbandonata. Alcune bottiglie di plastica fanno perennemente capolino, nonostante il lavoro di netturbini e operatori, alcuni dei quali non prendono lo stipendio da diversi mesi ma con operano con spirito indefesso.

Indignati molti cittadini, i quali hanno appreso dell´indecenza della vasca del co-patrono di Pozzallo grazie al video postato sul social network. Nei giorni scorsi, la statua è stata fatta oggetto di azioni aberranti ad opera di alcuni vandali. Frasi insignificanti a deturpare un bene della città. L´auspicio è che tutto venga rimesso a posto e si lavori maggiormente per il futuro turistico della cittadina rivierasca.


10/03/2015 | 7.46.45
pozzallese

Già che se ne parli è un successo, alla fine chi pagherà il conto di questo scempio, non mi riferisco solo delle condizione della vasca , ma di una città inzozzata, sarà il cittadino onesto che viene BOMBARDATO di tasse. Se poi se tutto dovrà ricadere sull´amministratore locale a tempo debito il cittadino saprà come comportarsi. Il problema che non ci sono pene adeguate per gli incivili...siamo in Italia..prendiamo esempio di altri paesi e poi vediamo


09/03/2015 | 18.47.04
Calogero Castaldo

ma infatti, pozzallese, si denuncia sia l´inciviltà che la scarsa propensione al lavoro degli amministratori locali che si "permettono" di tenere l´acqua verde e sp*****a dove si dovrebbe vedere l´acqua pulita. ad maiora!


09/03/2015 | 16.47.07
pozzallese

Penso che l´acqua maleodorante a confronto delle scritte che hanno imbrattato la vasca o delle bottiglie che galleggiano in un´altra vasca, non è nulla. A Singapore due tizi per aver imbrattato una carrozza di un treno sono stati frustati e ingabbiati. A Pozzallo(Italia) si guarda l´acqua verde e non si guarda l´inciviltà la maleducazione che cè in giro come dire guardiamo l´albero ma non notiamo la foresta.