Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:41 - Lettori online 858
POZZALLO - 19/06/2008
Attualità - Pozzallo - In prima linea nella gestione dell’emergenza

Siglato protocollo tra comune
e Prefettura sugli sbarchi

Per l’attività di accoglienza a favore degli extracomunitari Foto Corrierediragusa.it

Pozzallo sarà in prima linea nella gestione degli sbarchi di extracomunitari in terra iblea. ? stato firmato, infatti, un protocollo d’intesa fra lo stesso Comune di Pozzallo e la Prefettura di Ragusa, finalizzato alla gestione dell’attività di accoglienza a favore degli extracomunitari sbarcati in Italia clandestinamente. Sono stati il sindaco di Pozzallo, Peppe Sulsenti, e il vice prefetto di Ragusa, Claudio Sammartino a siglare l’intesa.

Nella fattispecie, il Comune provvederà alla somministrazione dei pasti completi, al vestiario, ai prodotti di igiene personale, alla pulizia e disinfestazione dei locali, al trasporto delle persone nell’area portuale e comunale, ed infine, alla tenuta del magazzino. Alla Prefettura spetterà solo il compito di vigilare la struttura. Grazie a questo accordo, gli oneri finanziari che sono serviti al Ministero dell’Interno per la gestione degli sbarchi dei clandestini, saranno versati nelle casse comunali pozzallesi, compreso anche un ammontare di 570 mila euro che serviranno per i lavori di adeguamento per l’ex Dogana, in previsione per il prossimo autunno. Anche i volontari della Protezione Civile di Pozzallo saranno chiamati a far parte del progetto.

<< E’ l’ennesimo risultato ? dichiara Sulsenti ? della politica economica che stiamo portando avanti da circa un anno. I 570 mila euro, poi, sono un’autentica «manna» che vanno, piano piano, a riempire l’enorme «salvadanaio» comunale, asfittico, ricordiamolo sempre, al 2007. Il mio plauso ? conclude Sulsenti - va alla Prefettura di Ragusa e al Ministero dell’Interno, i quali hanno capito che decentralizzare i compiti al nostro comune, come, per esempio, quello dell’accoglienza per gli immigrati che arrivano dall’Africa, serve a garantire un servizio migliore >>.

(Nella foto in alto i locali della dogana adibiti a centro di accoglienza temporanea)