Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 1029
POZZALLO - 18/09/2014
Attualità - Accordo raggiunto dopo la chiusura temporanea

Riapre il Cpa del porto di Pozzallo

Il sindaco, in questi due mesi, dovrà operare in regime di «spendin review» Foto Corrierediragusa.it

Una proroga di due mesi per il centro di prima accoglienza a 35 euro per migrante. É giunta ieri pomeriggio la firma sui documenti che, nei fatti, «riapre» il centro di prima accoglienza dopo lo stop imposto dalla Prefettura di Ragusa. A palazzo La Pira, il sindaco di Pozzallo, Luigi Ammatuna, il prefetto di Ragusa, Annunziato Vardè, e il capo del dipartimento immigrazione al Viminale, Mario Morcone, hanno sottoscritto l´accordo per l´utilizzo del centro. Dopo la conclusione della convenzione targata 31 agosto e il rifiuto da parte del primo cittadino pozzallese al rinnovo della stessa, il sito dove sono ospitati i migranti è stato temporaneamente chiuso (ha fatto capolino solo la presenza di qualche minore). Nel pomeriggio, è giunta la firma nella sala del sindaco Ammatuna, con ovvia soddisfazione delle parti.

Il sindaco di Pozzallo, in questi due mesi, dovrà operare in regime di «spendin review» tagliando spese superflue e pure qualche posto di lavoro. L´obbiettivo è quello di snellire la macchina organizzativa che opera presso il centro di prima accoglienza, facendo risparmiare denari al ministero dell´Interno. Subito dopo la firma, Vardè e Ammatuna hanno accompagnato Morcone presso il centro. La proroga durerà fino al 15 di novembre. "C´è soddisfazione – dice Vardè – per l´accordo trovato, con la prospettiva di ridurre servizi e forniture presso il centro. L´accordo è stato trovato a 35 euro per migrante, così come era stato proposto ad inizio mese. Cosa succederà dopo il 15 novembre? A questa domanda risponderò fra un mese e mezzo quando vedrò il lavoro dell´ente comunale all´interno del centro di prima accoglienza. C´è da vedere quale sarà la linea adottata dal sindaco Ammatuna dopo le richieste che, da tempo, abbiamo formulato".

Per Vardè, il centro torna ad essere funzionale. "Se ci saranno sbarchi, da oggi, il centro potrà ospitare tutti i migranti che arrivano - dice ancora Vardè - Nessun veto, da questo momento, da parte mia per riaprire la struttura".

Morcone, in visita dopo la firma presso la struttura sita al porto, ha fatto i complimenti per il lavoro fin qui svolto da tutti gli operatori. Complimenti che sono stati estesi al primo cittadino di Pozzallo e al prefetto di Ragusa.