Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 615
POZZALLO - 30/05/2008
Attualità - Pozzallo - Mozione di 4 consiglieri comunali di minoranza

Pozzallo: No agli aumenti

Si tratta della delibera 140 sulle quote di compartecipazione Foto Corrierediragusa.it

Stop alla delibera 140 che prevedeva l’aumento delle quote di compartecipazione ai costi del servizio di assistenza domiciliare e del trasporto, per anziani e disabili. ? quanto hanno chiesto con una mozione d’indirizzo, che sarà discussa in uno dei prossimi consigli comunali, i quattro consiglieri della minoranza, Pino Asta, Marco Sudano (nella foto), Salvatore Toscano e Fabrizio Floridia.

Sebbene parametrato alle fasce di reddito, i quattro consiglieri vogliono cancellare il previsto aumento che aggraverebbe la condizione economica di molti cittadini pozzallesi. Il motivo principale, difatti, ricadrebbe sulla difficoltà di molti anziani di arrivare alla fine del mese, con la pensione che non aiuta, di certo, la fasce meno abbienti. Stesso discorso per i disabili, che, ad onor del vero, rappresentano una quota minore rispetto agli «over 65».

<< E’ inutile che il primo cittadino cerchi i soldi, per ripianare i debiti, alle fasce meno abbienti ? dice Pino Asta ? Deve fare in modo, invece, di colpire i ceti che hanno parecchi capitali e lui sa chi sono; nel bilancio che sarà votato domani (oggi, per chi legge, ndr), rischiamo di vedere tutto il tracollo di questa amministrazione. Che Dio ce la mandi buona! >>.

La replica dell’amministrazione è affidata al vicesindaco di Pozzallo, nonché assessore al bilancio, Attilio Sigona: << Premesso che solo una piccola parte sarà «toccata» da questi aumenti, non capisco perché si stia facendo tanta demagogia intorno a questa delibera. Noi «colpiamo» davvero chi ha i soldi, senza toccare chi se la passa male. Ai tempi di Roberto Ammatuna sindaco, quando si infilava la mano dentro le tasche dei cittadini, c’erano aumenti per tutti. Qualcuno, in questo senso, ha la memoria corta e, forse, dimentica facilmente >>.