Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:05 - Lettori online 1367
POZZALLO - 16/06/2014
Attualità - Il segretario della Lega Nord se la prende con il premier

VIDEO - Salvini striglia Renzi su sbarchi

Salvini aveva annunciato il suo arrivo a Pozzallo sulla sua pagina Facebook Foto Corrierediragusa.it

"Qui Sicilia, direzione Pozzallo, dove sbarcano migliaia di immigrati, e dove oggi alle 10 sbarcherà il signor Alfano che non vede, non sente, non parla. Governo italiano sveglia: i confini vanno difesi. Fermiamo subito la follia di Mare Lorum". Matteo Salvini aveva annunciato il suo arrivo a Pozzallo sulla sua pagina Facebook.



Il segretario della Lega Nord si è materializzato in città attorno alle ore 9. Molte le mani strette, le discussioni avute coi pozzallesi, i pareri discordanti con la collettività. Un punto su cui Salvini ha trovato ampio consenso, l´assenza delle istituzioni in due lustri di sbarchi da queste latitudini. La colpa, a sentire Salvini, è solo di Renzi. "La responsabilità morale di tutto quello che avviene, anche in mare, sull’immigrazione è di Matteo Renzi - ha detto il segretario della Lega - Qui il turismo è al collasso e la colpa è sempre di Renzi, che parla di tutto e dappertutto, ma non dice nulla sull’immigrazione e non è mai venuto qui. Intanto registriamo l’incremento di insicurezza e del calo dei posti di lavoro: Renzi dà 80 euro ma non trova il tempo di venire in Sicilia".

Poi Salvini ha alzato il tiro: "Mare nostrum va sospeso oggi - dice - Sono soldi buttati via e morti che contiamo sulla nostra terra. La Sicilia, la Sardegna e la Puglia non ne possono più. La Lega Nord dice no a tutto questo. E dovrebbe dirlo anche il presidente del consiglio, il messia di Firenze, che è assente e di fronte a tutto questo scempio dorme. Abbiamo preso atto che l´Europa non c è, ma Renzi non se lo può permettere, che alzi le chiappe e venga qui".

Qualcuno ostenta. "Visto che vi interessate di problemi del Mezzogiorno – chiede un cittadino - perché non togliete la parola “nord” dal simbolo, così non date adito a chi vi critica proprio per questo, cioè di fare solo gli interessi delle regioni del nord"? La risposta di Salvini: "Mica possiamo cambiare simbolo ogni 15 giorni – ha detto – Sono altre le lotte che la Lega si intesta, non certo queste facezie".

Ore 11, giunge Alfano con la scorta. I due si osservano da lontano. Va in scena un simpatico teatrino. "Il mio amico Matteo – dice Alfano stringendo la mano a Salvini – è venuto a vedere quanto è bello il sole della Sicilia. Può essere sicuramente lui il primo testimonial delle bellezze di questi posti, magari facendo pubblicità positiva a questo fantastico lembo di terra ibleo".

La risposta di Salvini: "Lo sai che siamo qua per altro, caro Angelino – ha detto Salvini – diciamo stop a tutte queste morti. Mare Nostrum deve essere fermato. Dillo all´altro tuo amico, Matteo Renzi".

Una strizzata d´occhio di Alfano a Salvini, la promessa di vedersi presto: "Ci vediamo a Roma per organizzare un incontro" ha detto Alfano a Salvini, prove tecniche per un nuovo centrodestra? Successivamente, il leader della Lega si è diretto al porto di Pozzallo. "Porto di Pozzallo, alle mie spalle il posto dove sbarcano migliaia di esseri umani su cui qualcuno specula. Bloccare subito le navi di Mare Lorum! Renzi, svegliaaaaa"! l´ultimo post affidato a Facebook prima di lasciare definitivamente la città marittima.