Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 380
POZZALLO - 04/06/2014
Attualità - Provocatoria (e mica poi tanto) proposta di Luigi Ammatuna

Ammatuna vuole 10 euro per immigrato

L’Ascom intanto "boccia" il primo cittadino Foto Corrierediragusa.it

Dieci euro per ogni turista che disdice le proprie vacanze a causa della presenza di uno o più migranti. E´ la provocatoria proposta che il sindaco di Pozzallo Luigi Ammatuna (foto), ha voluto lanciare al fine di tutelare il comparto turistico cittadino. "Quest’anno – dice Ammatuna - la situazione è la stessa, con la cancellazione di tantissime prenotazioni in vista dell’estate ormai alle porte. Per tale motivo, chiedo un compenso di 10 euro per ogni migrante che arriva a Pozzallo. Una sorta di «incoraggiamento» per promuovere e contribuire e rilanciare il nostro settore turistico. La nostra economia vive un periodo di grande difficoltà. Vero è che il nostro comune viene risarcito pienamente per il servizio che offre ai migranti ma è altresì vero che gli albergatori del nostro territorio e quanti lavorano con il turismo hanno subito inevitabilmente un crollo verticale".

In effetti, il mese di maggio ha registrato uno dei picchi più bassi della storia turistica pozzallese e i chiari di luna che si prospettano per i mesi di giugno, luglio e agosto non sembrano indicare un segno più. Il «ponte» del 2 giugno ha visto sempre meno gente fra i vicoli della cittadina rivierasca. E neanche a farlo apposta, una delle poche attrazioni della città, la storia torre Cabrera, rimane ancora chiusa senza che si conosca il giorno della riapertura. A complicare i piani del primo cittadino, anche il mese di giugno senza uno straccio di evento da pubblicizzare. Mettiamoci pure i migranti e la «frittata» è fatta.

Sulle considerazioni di Ammatuna, il presidente dell´Ascom cittadina, Gianluca Manenti afferma: "Non abbiamo bisogno di dieci euro per migrante – dice Manenti - ma di una buona politica che debba prevenire un disastro già annunciato. Meno male che i privati si stanno attrezzando contro decisioni politiche già prese a suo tempo e che, attraverso l´associazionismo, vogliono lavorare seriamente per la città".