Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:47 - Lettori online 1004
POZZALLO - 04/04/2014
Attualità - Più di 500mila euro per accogliere, pulire e sfamare gli immigrati ospiti

Ecco quanto costa il Cpa di Pozzallo: mezzo milione!

Sono questi i numeri e soldi che non si discostano dagli anni precedenti, visto che la Prefettura di Ragusa ha erogato fondi pari a 635mila euro per gli anni 2011 e 2012 e un importo di 500mila euro per il 2013 Foto Corrierediragusa.it

Più di 500mila euro per accogliere, pulire e sfamare gli immigrati ospiti del centro di prima accoglienza al porto (foto). Sono stati aggiudicati a tre imprese diverse (una del messinese, una del calatino, e l´assistenza generica alla persona ad una cooperativa pozzallese) i bandi per l´igiene dei locali, i pasti e l´assistenza alla persona. Bandi che scadranno il 31 agosto del corrente anno e che, quindi, sono validi per 5 mesi. Il 31 agosto, difatti, bisognerà rinnovare gli accordi o andare a nuovo bando. Sembra che la firma delle tre imprese debba ancora giungere ma i dirigenti dell´Ente comunale convocheranno a breve i responsabili delle tre imprese per la firma in calce sui documenti. Ieri, a Pozzallo, da Gela sono giunti quasi 200 unità, immigrati giunti in Sicilia dopo essere approdati a Porto Empedocle. Non è escluso che, in giornata, si possa giungere all´accordo scritto fra le parti. Fondamentale, comunque, sarà l´accredito dei fondi che la Prefettura di Ragusa invierà al Comune di Pozzallo per dare inizio ai lavori, condizione necessaria per l´espletamento delle pratiche.

Sono questi i numeri e soldi che non si discostano dagli anni precedenti, visto che la Prefettura di Ragusa ha erogato fondi pari a 635mila euro per gli anni 2011 e 2012 e un importo di 500mila euro per il 2013. Nel giro di quattro anni, quindi, il sito ex Dogana portuale, a fronte di quasi 5mila presenze fra le diverse etnie africane ed asiatiche presenti al Centro, è costato e costerà in totale più di un milione e 700mila euro, senza contare i 35mila euro per i lavori presso la palestra comunale (dell´anno scorso, doverosi dopo il passaggio vandalico di alcuni ignoti che hanno devastato più volte il sito sportivo) e i 42mila euro circa per i lavori eseguiti presso il centro di fine anno 2013.

Bisogna comunque dare atto anche ad altre iniziative, alcune a costo zero, che diverse cooperative adottano a favore degli immigrati. Su tutte, quella dei rappresentanti del comitato «Restiamo Uniti», i quali, nello scorso anno, hanno più volte preso parte a programmi di reinserimento dei migranti nella società civile.