Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 649
POZZALLO - 05/02/2014
Attualità - Pugno di ferro del primo cittadino contro i writers sempre più sfacciati

Svastica nella sede del comune di Pozzallo

Secondo fonti di palazzo La Pira, l’amministrazione comunale ha dato mandato alla Polizia Municipale di intensificare i controlli
Foto CorrierediRagusa.it

E´ comparsa una svastica nel retro di palazzo La Pira (foto), sede istituzionale del Comune. Due mesi fa circa, ad essere presa di mira dai writers, la statua di San Giovanni Battista, rimessa «a lucido» dopo le segnalazioni del presidente dell´Ascom di Pozzallo, Gianluca Manenti. In tutta la città, tags (le firme degli autori) e graffiti compaiono in molte case, all´insaputa di chi vi risiede. A tutto questo obbrobrio, il sindaco Luigi Ammatuna ha detto basta. Il primo cittadino, difatti, ha presentato una denuncia contro ignoti presso la locale Stazione dei carabinieri di Pozzallo, assieme ad un corposo dossier fotografico, frutto di più settimane di lavoro. "Il deturpamento messo in atto da persone incoscienti e prive di senso civico – ha detto Ammatuna - ha raggiunto livelli inaccettabili, anche i monumenti sono stati deturpati e tra questi la statua di San Giovanni, opera dello scultore Enzo Assenza. E’ intenzione di questa Amministrazione debellare questo fenomeno che costituisce una ferita all’immagine della città ed all’intera collettività, oltre a rappresentare un grave danno economico al patrimonio immobiliare ed artistico, pubblico e privato".

Secondo fonti di palazzo La Pira, l’amministrazione comunale ha dato mandato alla Polizia Municipale di intensificare i controlli, concordando con il Comando della Stazione dei Carabinieri una linea di azione di contrasto e riservandosi di costituirsi parte civile contro gli autori delle scritte. L´obiettivo è quello di mettere in atto tutte le azioni di contrasto necessarie ad intervenire e limitare il fenomeno di degrado del decoro urbano, soprattutto tramite severi e costanti controlli delle zone più colpite. L´amministrazione comunale sottolinea altresì che l’attività di contrasto al fenomeno delle tags e dei graffiti è complessa e prevede una conoscenza approfondita del mondo dei writers. Il fenomeno, difatti, sta assumendo aspetti sempre più vandalici e i graffitari tendono ad affermarsi attraverso imprese sempre più audaci e rischiose.