Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:27 - Lettori online 727
POZZALLO - 01/11/2013
Attualità - Azione di protesta per via delle mancate risposte della Regione

Occupazione porto Pozzallo dei dipendenti villaggi turistici

La data è da confermare

Il porto di Pozzallo sarà occupato se il presidente della Regione Rosario Crocetta non darà risposte in merito ai lavoratori dei villaggi turistici, senza lavoro (e quindi rimasti senza paga) la scorsa estate a causa del sequestro dei villaggi Marsa Siclà, Baia Samuele e Marispica ( i primi due nel frattempo dissequestrati). E´ il secondo disperato appello che viene lanciato dopo la riunione che i dirigenti provinciali della Cgil, della Cisl e della Uil hanno indetto, sollecitati dai lavoratori dei villaggi rimasti senza un centesimo in tasca. Nel mese di settembre, l´assessore regionale al Lavoro, Ester Bonafede, doveva dare delle risposte ai dipendenti dei villaggi turistici, salvo poi insabbiare il tutto. Da quel momento, difatti, nessuna iniziativa è stata intrapresa rispetto all’impegno assunto al fine di individuare un forma di assistenza alle famiglie con un sostengo al reddito. Risultato, se entro la prossima settimana l’assessore regionale al Lavoro non convoca le organizzazioni sindacali per affrontare il tema, più volte discusso, del sostegno al reddito alle 260 unità che operano nei villaggi turistici, la confederazione sindacale darà vita ad una occupazione del sito portuale, con data ancora da confermare.

All´appello aderirà sicuramente il Comune di Pozzallo. Il presidente del Consiglio, Gianluca Floridia, ha raccolto le firme di tutti i venti consiglieri comunali per aderire alla mobilitazione rilanciata unitariamente dai sindacati confederali per ottenere l’atteso incontro in Regione, con l’obiettivo di risolvere il sostegno al reddito di tutti quei lavoratori che, quest’anno, hanno perso la stagione lavorativa. "Doveroso – scrive Floridia - per le istituzioni politiche, è preoccuparsi, non solo del necessario sostegno al reddito, ma anche della programmazione della stagione 2014, che potrà essere feconda solo attraverso un dialogo con alla base il reciproco riconoscimento tra i rappresentanti dei lavoratori e le aziende, chiamate in causa in questa drammatica vicenda, conclude Floridia, per lo sviluppo e il turismo della provincia iblea".