Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 894
POZZALLO - 30/04/2008
Attualità - Pozzallo - Le idee del neo vice sindaco Attilio Sigona

Un centro per gli orfani e una mostra permanente su La Pira

Gli obiettivi programmatici nell’ambito del viaggio a Firenze Foto Corrierediragusa.it

Un centro permanente per gli orfani di emigrati da realizzare a Pozzallo e la realizzazione permanente di una mostra su Giorgio La Pira, da tenersi nel museo di prossima realizzazione, sempre a Pozzallo, dalla «Fondazione La Pira».

Sono stati questi gli esiti raggiunti dal neovicesindaco della città di Pozzallo Attilio Sigona (nella foto), nella trasferta di due giorni fa, a Firenze, dopo il colloquio avuto con il vicesindaco del capoluogo toscano, Giuseppe Mutulli. Oggetto dell’incontro, sottoscrivere un programma di iniziative per utilizzare i fondi dell’accordo del «Patto di Amicizia tra Firenze e Pozzallo», controfirmato, nel 1979, dai rispettivi sindaci delle due città, Vincenzo Galfo ed Elio Gabbuggiani, nell’aula magna della scuola «G. Rogasi».

L’incontro, al quale ha preso parte anche il nipote dello statista pozzallese, Giorgio La Pira Jr., ha voluto sancire l’importante sinergia di collaborazioni che si avrà, nei prossimi anni, fra i due comuni, il tutto nella logica del pensiero dell’ex sindaco di Firenze. "La creazione ? ha detto Sigona ? di un centro per aiutare gli orfani di emigrati che arrivano a Pozzallo vuole testimoniare che il messaggio lapiriano è ancora vivo ed attuale. Pozzallo vuole affermarsi, nei prossimi anni, come città della pace fra i popoli, divulgando il messaggio messianico che lo stesso La Pira ha saputo così bene diffondere fra le genti".

Per la mostra su La Pira, Sigona ha, successivamente, incontrato i responsabili della fondazione in merito alla cessione in comodato dei diritti della mostra al Comune di Pozzallo. Il Comune di Firenze, infine, ha dichiarato la sua disponibilità a partecipare, a titolo onorario, alla nuova fondazione che la provincia regionale di Ragusa e il comune di Pozzallo stanno avviando assieme alla diocesi di Noto.