Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 418
POZZALLO - 23/09/2013
Attualità - Della durata di 3 mesi

Pozzallo: 6 progetti di lavoro per i disoccupati

Da presentare alla Regione per ottenere le somme necessarie

Pronti i sei progetti dei cantieri di lavoro da presentare alla Regione per ottenere le somme necessarie ad impiegare disoccupati per tre mesi in attività di servizio. Non si tratta di assunzioni nella pubblica amministrazione, e non avranno alcun seguito alla chiusura del cantiere, trattandosi di interventi di carattere sociale e non di assunzioni ma daranno la classica boccata d´ossigeno, in termini economici, a quanti non stanno lavorando in questo periodo.

I progetti varati dagli uffici comunali riguardano interventi riconducibili a compiti istituzionali del Comune come la manutenzione stradale e dei marciapiedi, attività di custodia, decoro urbano e il settore dei servizi sociali. Sul sito ufficiale del Comune chiunque può leggere la delibera coi sei progetti in cantiere.

Ogni cantiere prevede l’impiego che varia dalle dieci alle venti persone per cui, se si riuscirà ad ottenere il finanziamento di tutti i progetti presentati, troveranno occupazione 102 persone. Le attività di cantiere comprenderanno un totale di 80 ore lavorative effettive ogni 30 giorni, in base alle quali verrà predisposto il pagamento mensile. Tre mensilità per tutti coloro che non riescono a portare a casa un minimo reddito per la loro famiglie e sono costretti quotidianamente ad inventarsi la giornata facendo spesso, inutilmente, la spola col palazzo municipale alla ricerca di un´occupazione.

Per avviare il reperimento dei lavoratori da impiegare l´Amministrazione comunale predisporrà, nei prossimi giorni, un bando di cui sarà data pubblicità attraverso il sito istituzionale e il Centro per l´Impiego. Successivamente, bisognerà attendere notizie da Palermo. La Regione darà il suo parere sui progetti presumibilmente verso la fine del 2013.