Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 408
POZZALLO - 26/04/2008
Attualità - Pozzallo - L’assessore all’ecologia Avveduto si dice ottimista

Pozzallo: In arrivo un´altra Bandiera blu

A giorni si attende una risposta dalla sede romana della Fee Foto Corrierediragusa.it

Ottimismo. ? quello che fa trapelare l’assessore all’ecologia, Angelo Avveduto, per il risultato imminente che arriverà, a giorni, dalla sede romana della Fee, la fondazione ufficiale che assegna ai vari comuni rivieraschi, la «Bandiera Blu».

La documentazione, inoltrata a metà gennaio presso la sede romana della Fee, è già passata al vaglio della commissione tecnica, e si attende solo la convalida dei risultati da parte del coordinamento internazionale, che esprime il parere definitivo, dal quale scaturirà la graduatoria delle città vincitrici dell’ambito riconoscimento. Scrupoloso agli adempimenti di legge, è stato l’intero entourage dell’ufficio ecologia del Comune, presieduto dalla responsabile, Corradina Chiaia, a comunicare, tramite i dati inviati a Roma, la conformità ai valori fissati dalla normativa, e dunque l’idoneità alla balneazione delle spiagge di Raganzino e Pietrenere.

Adesso, si aspetta solo la risposta. "I dati tratteggiano un quadro più che positivo per l’imminente stagione estiva ? dice Avveduto - ora attendiamo fiduciosi l’esito dell’istruttoria per la «Bandiera Blu» 2008, che, a giorni, ci sarà comunicato dalla Fondazione per l’educazione ambientale, la Fee".

Dalle telefonate effettuate presso gli organi competenti della Fee, a Roma, pare che i dati di quest’anno si potranno avere già verso la chiusura della prima decade di maggio, decisamente prima rispetto agli altri anni quando la stessa Fee ha comunicato i suoi dati non prima della fine del mese di maggio. Un dato, però, deve far riflettere. Prima che venga l’estate e l’arrivo dei soliti turisti, bisogna necessariamente dare una scerbatura alle piante che «adornano» i bordi delle spiagge: alcune piante, difatti, sfiorano il mezzo metro, deturpando l’ambiente marino.

"Assicuro presto una scerbatura capillare, per entrambe le spiagge. Come assicurerò una pulizia esaustiva delle spiagge tutti i giorni, non appena entreremo nel vivo della stagione balneare" dice lo stesso Avveduto.

L’appello, infine, è per i cittadini, ma non solo. "Mi auguro di cuore ? dichiara Avveduto - che i cittadini della città di Pozzallo, quando si andrà a bivaccare, nelle notti estive, in spiaggia, non lascino tracce della loro maleducazione ambientale. Mi è dispiaciuto, da cittadino, negli anni passati, vedere le nostre spiagge piene di bottiglie di birra il sabato seralasciate da persone con scarso senso civico".

(Nella foto in alto la spiaggia di Raganzino)