Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:00 - Lettori online 1598
POZZALLO - 19/07/2013
Attualità - Il primo e il secono piano aggiudicati da un anonimo uomo d’affari di Siracusa

Palazzo Pandolfi via per 650mila 500 euro

L’edificio, di proprietà della Provincia di Ragusa, era stato messo all’asta agli inizi dello scorso anno
Foto CorrierediRagusa.it

Svegliarsi la mattina, aprire le finestre e godere della visione della centralissima piazza delle Rimembranze. O, se preferite, della bellezza del mar Mediterraneo o della torre Cabrera. Alzi la mano chi, almeno una volta nella propria vita, non abbia desiderato soggiornare all´interno di un uno dei più bei palazzi della provincia iblea. Questo sogno è stato coronato da un anonimo uomo d´affari, forse originario della provincia di Siracusa, il quale, per la «modica» cifra di 650mila e 500 euro, si è aggiudicato il primo (mq 661,00) e il secondo piano (mq 146,00) dello storico palazzo Pandolfi (foto). Il lotto comprende l’intera scala d’accesso e la quota del 50% indivisa del cortile interno, più il terrazzo (mq 97,00).

L´edificio, di proprietà della Provincia di Ragusa, era stato messo all´asta agli inizi dello scorso anno ma nessuno si presentò per formulare un´offerta per l´acquisto. Una seconda asta fu organizzata sempre lo scorso anno, con esito ancora negativo. Nel novembre del 2012, la Provincia di Ragusa decise di indire una manifestazione d´interesse per cercare possibili acquirenti che potessero comunque disporre di un ingente quantitativo di soldi. Dalle pretese iniziali (800mila euro), si è giunti all´accordo con l´anonimo acquirente per 650 mila euro. L´atto di vendita è stato depositato dal notaio sessanta giorni fa. Intanto, in questi giorni, sono iniziati i lavori per ripristinare la sicurezza dell´edificio. Basti ricordare che due anni fa, giugno 2011, i vigili del fuoco del distaccamento di Modica furono impegnati nella messa in sicurezza del tetto, crollato in orario notturno, dove, fortunatamente, non si registrarono danni a persone fisiche.

Stretto riserbo sulla persona che ha sborsato i soldi per acquisire parte dell´edificio. Si vocifera che l´acquirente voglia trasformare il palazzo in una struttura ricettiva, dove ospitare i turisti che vorranno soggiornare in città. Forse, pure un ristorante nei progetti di chi ha sborsato più di mezzo milione per avere il piano alto dell´edificio. Eventualmente, per chi ha 800 mila euro a disposizione, la Provincia di Ragusa fa sapere che il piano terra può essere acquistato alle stesse modalità di acquisto del piano superiore. L´antico palazzo, in stile «liberty», compirà 150 anni nel 2018. Fra le altre cose, palazzo Pandolfi è stato anche sede comunale nel periodo di restauro di palazzo La Pira, quando, ad essere sindaco, era ancora Roberto Ammatuna.


19/07/2013 | 7.23.32
gigi

speriamo non facciano una sala bingo.