Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 919
POZZALLO - 19/04/2008
Attualità - Pozzallo - Netturbini e personale comunale attendono gli arretrati

Per sbloccare gli stipendi Sulsenti incontra il Prefetto

La situazione rischia di diventare insostenibile Foto Corrierediragusa.it

Il sindaco Peppe Sulsenti (nella foto) scrive al Prefetto di Ragusa Giovanni Vincenzo Monteleone chiedendo di incontrarlo entro pochi giorni per risolvere la spinosa vicenda dei pagamenti salariali che tardano ad arrivare alle cooperative e alle ditte appaltatrici dei vari servizi comunali.

Desta, da parte del sindaco, reale preoccupazione la situazione relativa, in particolar modo, ai 45 operatori ecologici della ditta Busso e buona parte del personale comunale che si occupa di assistenza sociale, i quali, da circa 10 mesi non percepiscono lo stipendio.

Dopo un periodo di «tregua» dall’ultimo sciopero allestito nei pressi di Piazza Municipio, una nutrita delegazione delle cooperative affidatarie dei servizi comunali ha chiesto che il problema fosse seriamente preso in considerazione da parte dell’amministrazione comunale.

Molte famiglie, infatti, essendo monoreddito, hanno espresso al primo cittadino la difficoltà di arrivare alla fine del mese ed hanno chiesto che gli venga riconosciuta almeno una parte dell’intero corrispettivo, se non era possibile venire in possesso dell’intero pagamento dei dieci mesi. Il sindaco Sulsenti, inoltre, ha precisato nella lettera che il pagamento dei dipendenti eviterebbe gravi conseguenze anche dal punto di vista sociale.

Difatti, secondo Sulsenti, i gravi fatti delinquenziali che hanno interessato la città rivierasca, nelle scorse settimane, potrebbero nascere anche dal malcontento generale che si è generato dal mancato pagamento dei dipendenti comunali. "Spero che il Prefetto ? dice Sulsenti ? risolva, in breve tempo, le avversità di gente onesta che lavora ogni giorno. Un Comune senza soldi, purtroppo, è come una macchina senza benzina. Stiamo lavorando affinchè tutti questi disagi possano finire celermente, anche se la strada da percorrere è ancora assai irta di insidie".