Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:38 - Lettori online 911
POZZALLO - 26/05/2013
Attualità - Assurda vicenda al camposanto

La bara dove la metto... niente loculo!

Alla fine, alle ore 13 circa, il feretro veniva sepolto Foto Corrierediragusa.it

Quasi quattro ore per cercare un loculo, sballottato da un punto all´altro del cimitero comunale. É successo giovedì mattina davanti agli occhi dei figli e della moglie del defunto, increduli per quanto stava accadendo. La storia è davvero assurda. Giunti al capezzale del padre defunto, i figli e la donna si presentano dinanzi alla camera mortuaria per dare l´estremo saluto. Sono le ore 9. I dipendenti del cimitero, addetti alla sepoltura, trasportano il feretro all´interno dell´area riservata alla Società per la quale l´uomo ha pagato quando era in vita. I figli, però, si accorgono che la bara sarà sistemata in un punto troppo in alto per poter agevolare l´anziana madre al fine di poter lasciare qualche fiore. E soprattutto il defunto verrà sepolto nell´edificio vecchio, anziché in quello nuovo, come espresso in vita dall´uomo. Il nuovo «posto» è anche stretto per la bara, la quale non riesce ad entrare del tutto. Qualcuno ipotizza di allargare il loculo con lo scalpello. Impossibile, ribadiscono i figli.

Dopo un primo dibattito, la bara viene trasportata in altra sede, nel tentativo di dare la giusta sepoltura al defunto. Altri guai. Il «nuovo» loculo era posizionato sempre in alto, inaccessibile. Altro trasporto. In un altro posto. Si ritorna dentro l´edificio del sodalizio. I tre vengono presi dallo sconforto. Successivamente, la bara viene trasferita in altri posti. Solo una telefonata al presidente del sodalizio pozzallese permette la sepoltura del compianto, dopo continui e stressanti trasferimenti del defunto che chiedeva solo di «riposare in pace».

Alla fine, alle ore 13 circa, il feretro veniva sepolto dopo aver fatto il giro dell´intero cimitero. Qualcuno immaginava che si stesse girando un film all´interno del cimitero, con la stessa bara che faceva capolino in diversi luoghi. Purtroppo, era tutto vero.