Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 254
POZZALLO - 02/01/2013
Attualità - Il consigliere comunale di Cantiere popolare segnala odori disgustosi

Asta: "Cattivi odori da piazza Padre Pio"

"Da qualche tempo – ha detto Asta - ho ricevuto dai cittadini segnalazioni allarmate e proteste"
Foto CorrierediRagusa.it

Odori nauseabondi provenienti dalla piazzetta di padre Pio, in prossimità di un´area ludica molto frequentata dai bambini. E´ la denuncia del consigliere comunale Vincenzo Asta (foto) di Cantiere popolare dopo le segnalazioni di molti cittadini, infastiditi dagli odori che provengono dalla zona limitrofa alla spiaggia di Pietrenere.

"Da qualche tempo – ha detto Asta - ho ricevuto dai cittadini segnalazioni di odori nauseabondi presso la Piazzetta Padre Pio, tali da non poter respirare e da doversi allontanare da quella zona, unica zona a Pozzallo adibita a parco giochi dove portare i propri bambini. Nel mese di luglio, il sottoscritto ed il consigliere comunale Toscano dell´Mpa avevamo presentato un’interrogazione in Consiglio comunale per la messa in sicurezza e la sistemazione dell’area adibita a parco giochi antistante la Piazzetta Padre Pio. Ci fu risposto che, entro la fine dell’anno, sarebbero stati ultimati i lavori di messa in sicurezza e relativa sistemazione".

Lavori che, ad oggi, non sono ancora iniziati, ad onor del vero. Con gravi responsabilità dal punto di vista della salubrità dell´aria, in alcuni giorni davvero irrespirabile. L´occasione è servita al consigliere di «Cantiere popolare» per fare il punto sulla situazione dei rifiuti in città, tracciando un quadro a tinte fosche sul futuro anche della «Bandiera Blu». "La città di Pozzallo – dice Asta - sta attraversando un periodo di degrado che mai, negli ultimi 20 anni, si era visto. La città è sporchissima, la raccolta differenziata inesistente, l´area giochi distrutta. Se l’amministrazione non si appresta sin da subito a prendere la situazione in mano, credo che la nostra tanta invidiata «Bandiera Blu» resterà solo un bel ricordo".


facevano parte del paesaggio anche quelli?
02/01/2013 | 21.50.04
saro fassaperla

Ion abito li vicino, e posso dire che:
L`albero di carrubo non stazionava li ma c`e` nato e cresciuto, casomai.. i cassonetti sono stati piazzati proprio sotto l`albero dagli stessi operatori ecologici, come per coprire la deturpante bellezza di uno splendido carrubo ultra decenario, infine sempre a Pozzallo la cultura di buttare mobili, divani, elettrodomestici ai margini della strada e` stata avvallata da tutte le amministrazioni.
Concludo nel dire che mi e` arrivata da pagare 515 euro di Tarsu, neanche a new york central park, e che la spazzatura me la butto io a piedi...e dentro il cassonetto, perche se la lascio sotto la porta di casa, ci mette meno a crescere un`altro albero di carrubo che il servizio di nettezza per togliere un sacchetto.
L`importante e` che si contunui ad appendere inutili ed insensate bandiere blu per tutto il paese.
Che mentalita` signori miei...siamo nelle mani di gente e di culture schifosamente retrograde ed ignoranti.