Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 474
POZZALLO - 27/11/2012
Attualità - Lettera in redazione del legale della ditta

Geo Ambiente, la nota del legale

Il legale fa riferimento ad un articolo, pubblicato dalla nostra testata il 21 novembre scorso

L´avvocato Giovanni Pappalardo, legale della «Geo Ambiente», tiene a precisare che, nel corso della riunione intercorsa fra lo stesso e i netturbini di Pozzallo, nella giornata del 20 ottobre scorso, non ha mai riferito di voler portare le richieste fatte dagli operatori ecologici all´amministratore di fatto della ditta di Belpasso, Giuseppe Guglielmino. Il legale fa riferimento ad un articolo, pubblicato dalla nostra testata il 21 novembre scorso. Tale frase non è stata pronunciata nel corso dell´incontro fra il legale della «Geo» e i netturbini in quanto, secondo quanto scrive Pappalardo, è inverosimile che un legale si possa pronunciare in tali termini parlando di «amministratore di fatto» e indicandone nome e cognome.

Secondo Pappalardo, non ha alcuna valenza giornalistica l´aver scritto che, dopo l´incontro fra lo stesso e i netturbini, il legale della «Geo» sarebbe andato dall´amministratore di fatto a riferire le richieste dei netturbini in quanto «fatto ovvio». Tale notizia è «inutile e ridondante», termini usati dallo stesso Pappalardo, nonché non corrispondente al vero in quanto l´amministratore della «Geo Ambiente» è il sig. Biagio Caruso e la stessa società non ha «amministratori di fatto».

Risposta del nostro corrispondente Calogero Castaldo.
Pubblichiamo volentieri la rettifica dell´avvocato Giovanni Pappalardo in quanto non essendoci alcun comunicato stampa a seguito della riunione, è sempre facile incappare nell´errore, nonostante io stesso mi fossi assicurato di ascoltare più di tre persone che hanno (o forse avrebbero) partecipato alla riunione sopracitata. Rimane la Sua parola contro quello che mi è stato riferito, seppur, da quanto letto nella Sua missiva e da Lei riferito anche telefonicamente, errato. Rispetto la Sua opinione (e difatti pubblichiamo la rettifica), così come rispetto l´opinione di chi ha mi voluto far partecipe dell´esito di quella riunione. Tanto dovevo.

Calogero Castaldo