Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1289
POZZALLO - 26/11/2012
Attualità - La denuncia del consigliere comunale Mpa Salvatore Toscano

Cartelle idriche pazze a Pozzallo

Procedura da rivedere per le bollette idriche inviate in questi giorni dal Comune di Pozzallo ai propri cittadini Foto Corrierediragusa.it

"I cittadini di Pozzallo si sono visti recapitare una lettera, allegata relativa fattura, dove si invitava al pagamento dei tributi del servizio idrico relativamente agli anni 2010 e all’acconto del 2011 firmata impropriamente dal sindaco Luigi Ammatuna e non dal dirigente dell´ufficio preposto. Persone in fila davanti agli uffici Tributi del Comune di Pozzallo, in viale Australia, le bollette comprendevano anche le somme versate per l’acconto per l’anno 2011. Basta, è inconcepibile che un’Amministrazione si comporti in questo modo menefreghista, costringendo i cittadini di Pozzallo a trascorrere invano una giornata davanti agli uffici per recarsi dall’impiegata al fine di poter far rettificare l’importo della bolletta. Senza pensare agli anziani i quali, alcuni per motivi di salute, non possono stare ad aspettare per un errore fatto da questa amministrazione ".

Procedura da rivedere per le bollette idriche inviate in questi giorni dal Comune di Pozzallo ai propri cittadini. Una fila di persone aspetta il turno. In mano una missiva, con alcuni errori di forma. La denuncia arriva dal consigliere Mpa, Salvatore Toscano (foto), dopo la segnalazione di alcuni cittadini, i quali si sono visti recapitare una busta con l´importo da pagare...già pagato!

"Soldi che i cittadini hanno già versato – dice ancora Toscano – e che l´amministrazione ha chiesto nuovamente. Solo ieri si è creata una fila di trenta persone, e le altre bollette devono ancora essere spedite a tanti cittadini. Nei prossimi giorni, la situazione potrebbe rivelarsi «esplosiva», con tantissimi cittadini che chiederanno spiegazioni di ogni sorta".

In alcuni casi, secondo Toscano, pare che il dipendente comunale di turno abbia cambiato l´importo, dopo aver visto il bollettino pagato a suo tempo. Segno che qualche errore è stato commesso. "Bisogna dire – conclude Toscano - che neanche il più sospettoso tra i cittadini avrebbe potuto ipotizzare una deriva di questo tipo. Qualità dell´acqua peggiorata, bollette folli senza alcun riscontro verificato del consumo. Ieri, una folla di cittadini, tra l´incredulo e l´inferocito, ha sostato chiedendo conto e ragione. Riteniamo sia il caso che gli Amministratori attuali provvedano ad una seria verifica della qualità dell´acqua e soprattutto del costo per il cittadino utente".