Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 1053
POZZALLO - 06/11/2012
Attualità - Difficoltà nella struttura di contrada Gisaro

Geo ambiente senza luce e acqua a Pozzallo

Sono stati alcuni dipendenti della «Geo» a lamentare quanto accaduto, parlando di situazione che è vicina al collasso

Il capannone è senza luce e acqua. La struttura di contrada Gisaro, alle porte di Pozzallo, sede dei dipendenti della «Geo Ambiente» dove sono parcheggiati anche gli automezzi, non ha acqua per pulire i cassonetti e corrente elettrica da poter utilizzare. Sono stati alcuni dipendenti della «Geo» a lamentare quanto accaduto, parlando di situazione che è vicina al collasso. Gli stessi netturbini hanno chiamato i responsabili della ditta di Belpasso, dicendo loro che manca il necessario per lavorare nel migliore dei modi. Di contro, da Belpasso avrebbero sempre detto di volersi interessare del problema, salvo poi rimandare il tutto alle calende greche.

La situazione appare chiara: non essendo più la «Geo Ambiente» la titolare della raccolta e smaltimento dei rifiuti, la stessa si rifiuta (è il caso di dirlo!) di prendere alcuna decisione in merito, lasciando gli operatori ecologici al loro (triste) destino. Dopo la gara deserta di venerdì scorso, la «Geo Ambiente» ha potenzialmente altri 15 giorni (se non dovesse smettere anche prima) lavorativi in affidamento. Da metà mese, la stessa ditta potrebbe lasciare definitivamente la città del sindaco Luigi Ammatuna.

L´Amministrazione comunale, comunque, non ha perso tempo. Secondo quanto riferito, l´obiettivo è quello di non essere «scoperti» nel momento in cui la «Geo» deciderà di lasciare la città. Sono stati interpellati telefonicamente alcuni responsabili di altre ditte che gestiscono la raccolta dei rifiuti in altre città, proponendo una trattativa privata. E pare che vi sia già una risposta positiva fornita da una ditta di Catania che prenderebbe in gestione temporaneamente la raccolta dei rifiuti, fino alla scadenza per il nuovo bando del 2013. Se le garanzie del sindaco Ammatuna e del vicesindaco Gugliotta saranno giudicate sufficienti, l´Amministrazione comunale potrà affidare il servizio di raccolta rifiuti con una trattativa privata.

Restano in ballo gli stipendi dei 40 dipendenti «effettivi» e dei 12 «stagionali» che, da qualche giorno, non sono più alle dipendenze della ditta di Belpasso. Nel giorno in cui sono stati erogati gli stipendi, pare sia successo un fatto che ha lasciato tutti a bocca aperta. Pare che i responsabili della «Geo» abbiano inviato meno soldi di quelli previsti per pagare tutti gli operatori ecologici. In poche parole, chi si è presentato di buon´ora allo sportello per riscuotere lo stipendio, ha avuto la gratificazione di una mensilità. Chi si è recato in banca il pomeriggio, non ha trovato un solo euro a disposizione. Col danno che alcuni dipendenti non hanno preso soldi, come hanno fatto altri. Succede anche questo.