Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 803
POZZALLO - 15/09/2012
Attualità - Vicenda a lieto fine per l’alunna affetta da sindrome di down

La piccola Martina riavrà il suo insegnante di sostegno

Problema risolto con uno scambio di cattedre rispetto alla nuova destinazione del docente

Buone notizie per Martina, la bambina iscritta alla scuola media «Rogasi», affetta dalla sindrome di down e desiderosa di proseguire il proprio percorso didattico assieme ad docente Giuseppe Minardo, che era stato destinato ad Ispica. Il Provveditorato agli Studi di Ragusa avrebbe dato il via libera ad uno «scambio consensuale» con un altro docente ispicese, che, stando a quanto riferito dalla madre di Martina, ha accettato lo scambio di cattedra col docente Minardo, che, di conseguenza, ritornerebbe a Pozzallo.

L´ultimo passaggio, quindi, dovrà consumarsi dentro gli uffici del Provveditorato ibleo. Ieri mattina, la preside della «Rogasi», Carmela Casuccio, ha inviato un fax con la richiesta di trasferimento consensuale. La vice dirigente dell´ufficio scolastico provinciale, Annunziata Comitini, ha rassicurato i genitori di Martina dicendo che si attiverà in tempi brevi per il ritorno di Minardo a Pozzallo. Forse la settimana prossima, l´incontro insperato fino a qualche giorno fa (salvo imprevisti da mettere sempre in conto).

"Sono felicissima – dice la madre di Martina, Lucia Barrera – perchè pare che si sia trovato il docente che abbia acconsentito allo scambio di cattedre e che lo stesso abbia dichiarato di essere ben disponibile a far tornare Minardo nella nostra città. Anche dal Provveditorato ibleo ci sono buone notizie. Mi hanno tranquillizzata dicendo che, una volta messi firme e bolli su tutte le carte, Minardo potrà nuovamente insegnare a Pozzallo, nella stessa classe di Martina. La volontà delle persone ha potuto più della volontà delle regole, sebbene il caso sollevato sia stato ampiamente dibattuto anche in altre sedi, con esiti favorevoli sempre per i genitori. Adesso, aspettiamo l´ufficialità della notizia. Che arriverà, speriamo, l´inizio della prossima settimana. Un grazie di cuore va a tutti quelli che hanno tifato per l´esito positivo della vicenda. Grazie anche a nome di Martina".

E Martina?
"Martina sta molto bene. Ha compreso che presto tornerà con il suo docente che l´ha guidata e le è stata accanto l´anno scorso. Io, il papà di Martina, i nonni che hanno tifato per l´esito positivo della vicenda, torneremo a vedere il sorriso della bambina, una gioia indescrivibile".