Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:04 - Lettori online 808
POZZALLO - 12/09/2012
Attualità - Vertice con Sua Eccellenza il Prefetto Giovanna Cagliostro

Il toccante caso della piccola Martina in Prefettura

La soluzione proposta dalla Cagliostro e dalla Comitini è quella di trasferire ad Ispica (sede assegnata al docente Giuseppe Minardo) la bambina

Il caso della piccola Martina al centro del vertice tra il Prefetto di Ragusa, Giovanna Cagliostro, la vice dirigente dell´ufficio scolastico provinciale, Annunziata Comitini e il presidente della Civica Assise di Pozzallo, Gianluca Floridia. Oggetto della discussione, proporre una soluzione per l´intricata vicenda di Lucia Barrera, la mamma della tredicenne Martina Renno, in procinto di perdere il proprio docente di sostegno a causa di alcune direttive imposte dall´Ufficio Scolastico Regionale in tema di trasferimenti di docenti.

La soluzione proposta dalla Cagliostro e dalla Comitini è quella di trasferire ad Ispica (sede assegnata al docente Giuseppe Minardo) la bambina. La Cagliostro, inoltre, ha riferito allo stesso Floridia di aver già approntato le carte per il trasferimento e che era stata già predisposta una nuova classe per Martina. Naturalmente, accanto al docente Minardo. Sarebbe così continuata la convivenza scolastica fra la piccola e il docente pozzallese.

Una volta fuori dagli uffici della Prefettura, Floridia ha contattato telefonicamente Lucia Barrera, informandola sugli ultimi fatti. Nel pomeriggio, però, la «doccia fredda» per Prefetto e dirigente scolastico.<Non abbiamo intenzione di accettare – ha detto Lucia Barrera – in quanto le difficoltà e i disagi da affrontare per portare la piccola ad Ispica sarebbero notevoli. Inoltre, perderebbe molte delle compagne che hanno seguito Martina per i cinque anni delle elementari. Ringrazio il Prefetto e la dottoressa Comitini ma preferiremmo che Martina restasse a Pozzallo. Non abbiamo certamente bisogno di nuovi traumi in tutta questa vicenda. Se sono giunte notizie da Palermo? - continua la Barrera – Oggi (ieri, per chi legge, ndr) siamo riusciti ad avere il numero di telefono del dirigente che si occupa dei trasferimenti presso l´ufficio scolastico Regionale, il quale è già al corrente di tutta la storia di Martina. Se la risposta è negativa, agiremo di conseguenza >.

L´iniziativa portata avanti dal presidente del Consiglio comunale rientra in un contesto più ampio, discusso ampiamente nel corso dell´ultima Civica Assise quando fu votato all´unanimità la creazione di un gruppo «bipartisan» che si sarebbe interessato alla vicenda della piccola Martina.

Alla riunione, doveva essere presente anche la preside della scuola media «Rogasi», Carmela Casuccio, la quale non ha potuto partecipare per un imprevisto ma che ha assicurato pieno sostegno affinchè Martina possa tornare a studiare accanto al docente Giuseppe Minardo.


mi vergogno d´appartenere a questa "umanita´"
13/09/2012 | 20.01.30
Sapienza Giuseppe

Cosi´ per curiosita´ chi occupera´ il posto lasciato "vacante " dal prof Minardo e ,da ignorante quale sono, il motivo per cui non puo´ essere questo docente trasferito a Ispica e lasciato il vecchio professore a Pozzallo ,per un motivo che non ha altri piu´ importanti che e´ la di "VITA " quella vera e non burocratica ,di una bambina. Ma veramente siamo arrivati a questo ? io mi vergogno solo al pensiero che si chieda ad una madre che ha gia´ fatto tanti sacrifici per la figlia portandola spessissimo a Troina ,sola , in quanto il marito e´ fuori per lavoro ,di lasciarne a casa sola un´altra figlia per un fine non sicuro in quanto la bambina si troverebbe si il prof Minardo ma le mancherebbe un´altra parte ,anch´essa importante che e´ il resto della classe. Io mi vergogno di far parte di questa "umanita´" e voi ? alla signora Barrera comunque io dico che si fara´ dl tutto perche´ la figlia frequenti la scuola a Pozzallo insieme alle sue amichette e al prof Minardo in ogni caso se cio´ non fosse possibile mi rendo disponibile ad accompagnare e riprendere la bambina ad Ispica per un giorno della settimana e sicuramente troveremo altre 5 persone che lo faranno per gli altri giorni ma sono sicuro che non sara´ necessario.