Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 765
POZZALLO - 20/12/2011
Attualità - Per superare la crisi del settore con strategie innovative

Firmata convenzione tra Tsi e Lega pesca Sicilia

Lintesa apre le porte al mondo della cooperazione Foto Corrierediragusa.it

Nuovi processi operativi per superare la crisi. Affrontando terreni sconosciuti e che fino a questo momento non erano stati ancora battuti. Creando nuove formule per rimanere sempre competitivi. Se oggi il mercato mette a dura prova tutti, bisogna trovare nuove strade, uscire fuori dai cliché precostituiti e attivare percorsi di crescita. La cooperazione, lo stare assieme tra imprese, può essere uno tra questi. Soprattutto se rivolto ad un settore, come quello della pesca, che si sta internazionalizzando al massimo e che, anche per questo motivo, ha bisogno di attivare una competizione che, sempre più, possa garantire il confronto tra sistemi produttivi.

Sono alcuni dei temi affrontati questa mattina durante il meeting tenutosi alla zona industriale Asi di Modica-Pozzallo nella sala convegni della «Tec Service Italia» nel corso del quale è stata sottoscritta una convenzione tra la stessa Tsi e Lega Pesca Sicilia. Una intesa innovativa nel campo industriale che apre le porte al mondo della cooperazione, favorendo una sinergia tra un’azienda che ha acquisito specifiche professionalità, da un decennio in qua, nel settore della riparazione meccanica, navale e industriale, oltre che nella realizzazione di imbarcazioni per il naviglio minore, e un’associazione di categoria che, a livello isolano, metterà a disposizione il know how della Tec Service per i propri iscritti.

Il titolare di Tsi, Antonino Graziano, si è detto convinto che «questa nuova strada può servire ad aprire frontiere inimmaginabili. E chissà che non serva – ha aggiunto – a fornire lo spunto per attivare iniziative del genere anche in altri comparti».

Il presidente di Lega Pesca Sicilia e Legacoop Agroalimentare, Giuseppe Gullo, ha sottolineato che è «fondamentale valorizzare le risorse locali, sposando le regole che, oggi, valgono nel mondo. Le nostre imprese, da sole, non vanno da nessuna parte. C’è bisogno di stare assieme per superare le tempeste economiche». I punti cardine della convenzione, sottoscritta subito dopo il meeting, sono stati illustrati dall’avv. Saverio Lauretta, che si è occupato della stesura del documento.

«Oggi abbiamo gettato le basi – ha detto – per un accordo innovativo che potrà servire a migliorare, e di parecchio, la resa degli operatori della nautica e della pesca. Stiamo, d’altronde, parlando di un’azienda, la Tec Service Italia, che sta mettendo a disposizione di un numero elevato di utenti tutti quegli strumenti, dalla costruzione di imbarcazioni alla rettifica dei motori, passando per il servizio di manutenzione e assistenza, che costituiscono un valore aggiunto per chi intende investire in questo ambito».

Sono intervenuti, tra gli altri, Pino Occhipinti, presidente di Legacoop Ragusa, e Paolo Sotgiu, presidente dell’Ascom di Pozzallo.

(nella foto: da sin. Lauretta, Gullo, Graziano)