Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 1068
POZZALLO - 15/11/2011
Attualità - Occupata pacificamente l’aula consiliare di palazzo La Pira

Palestra inagibile: protestano gli studenti dello Scientifico

I ragazzi, dall’inizio dell’anno scolastico, hanno atteso in aula durante le ore di educazione motoria, senza poter espletare i propri compiti

Più di quaranta studenti del liceo scientifico, ubicati nel plesso scolastico del quartiere Palamentano, hanno occupato pacificamente, ieri mattina, l’aula consiliare di palazzo La Pira. Oggetto della protesta, il mancato utilizzo della palestra dello stadio comunale, attiguo all’edificio scolastico e, da diversi mesi, inagibile. I ragazzi, dall’inizio dell’anno scolastico, hanno atteso in aula durante le ore di educazione motoria, senza poter espletare i propri compiti. Da qui, l’idea di poter usufruire della palestra insita nel complesso scolastico del Palamentano, dopo aver avuto il benestare della dirigente scolastica Carmela Casuccio, nelle ore in cui la stessa palestra non è utilizzata per scopi didattici dagli studenti del circolo.

Queste sono state, ieri mattina, le richieste fatte dai ragazzi al dirigente scolastico Pinuccio Amore e al vicesindaco ed assessore alla Cultura del Comune, Attilio Sigona.

La risposta del vicesindaco non si è fatta attendere. Sigona ha ribadito che già oggi si farà portavoce, presso l’assessore provinciale alla Pubblica Istruzione, Riccardo Terranova, delle richieste degli studenti, in modo da ricevere, entro una settimana, il parere favorevole affinchè gli studenti dello scientifico possano usufruire della palestra.

Alla pacifica protesta, era presente anche il consigliere comunale Pino Asta. "Facendo l’analisi su quanto è successo – dice Asta – si potrebbero innescare polemiche infruttuose, ma oggi la volontà dei soggetti più «grandicelli» era quella di dare una soluzione al problema dei nostri studenti. Devo rendere atto che sia Pinuccio Amore, ex assessore comunale, oggi dirigente del Liceo Scientifico, che Attilio Sigona, vicesindaco, ex dirigente scolastico dello Scientifico, pronto sin da subito alla mia richiesta di intervento, si sono comportati come due persone che cercavano soluzioni per i «propri» ragazzi".