Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 946
POZZALLO - 10/11/2011
Attualità - Un milione 115mila euro per la riqualificazione di un plesso scolastico

Infiltrazioni al "Rapisardi", i soldi arrivano a febbraio

Indetta dalla giunta una riunione al fine di chiarire l’annosa vicenda proprio coi genitori

In arrivo, il prossimo febbraio, un milione 115mila euro per la riqualificazione di un plesso scolastico. Le continue lamentele dei genitori del plesso «Rapisardi» riguardo le infiltrazioni d’acqua piovana hanno spinto il primo cittadino Peppe Sulsenti e l’assessore comunale ai Servizi Sociali, Guglielmo Puzzo, ad indire una riunione al fine di chiarire l’annosa vicenda proprio coi genitori.

In primis, gli infissi, deteriorati già da tempo, devono obbligatoriamente essere sostituiti. Grazie ad enormi buchi che sono visibili, l’acqua piovana, nelle giornate di pioggia, entra nelle aule, arrecando non pochi danni. I servizi igienici, poi, da rinnovare in quanto vetusti. Diverse lamentele «piovute» (è il caso di dirlo) con ovvio sconforto da parte dei genitori che reclamano maggiore attenzioni per gli edifici scolastici.Sulla stabilità dell’edificio, i tecnici del Comune hanno garantito che non sussiste alcun problema.

"Bisognerà aspettare fino a febbraio – dice Sulsenti – quando saranno stanziati più di un milione di euro per rimettere in sesto tutto quanto. Preso atto che l’edificio non presenta, comunque, problemi di carattere strutturale, il Comune si fa carico di intervenire laddove è necessario per consentire il regolare svolgimento delle lezioni, fermo restando che, quando sarà il momento di liberare la scuola per i lavori di ristrutturazione, il preside Giuseppe Amore provvederà a trovare una sistemazione logistica, collocando le classi in due dei tre plessi scolastici di sua competenza".

Nel corso dell’incontro, sono intervenuti anche il dirigente scolastico, Giuseppe Amore, e i tecnici comunali del settore.