Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1057
POZZALLO - 30/08/2011
Attualità - Manca il benestare della Prefettura

Sulsenti alza la voce: "Voglio l´Ok per la telesorveglianza"

Ci sono i pali ma mancano le videocamere
Foto CorrierediRagusa.it

Ci sono i pali ma mancano le videocamere. Appello del primo cittadino di Pozzallo, Peppe Sulsenti (foto), affinchè la Prefettura dia il proprio benestare al progetto di videosorveglianza in città. L’estate appena trascorsa ha segnato l’ennesimo triste bilancio per quel che riguarda l’ordine pubblico. Bande di vandali, molte provenienti anche da paesi limitrofi, si sono «sentiti in obbligo» di lasciare un segnale del proprio passaggio per le vie più trafficate del Centro.

Vittima di questi scempi anche lo stesso Sulsenti. "Mi sono svegliato nel cuore della notte e mi sono affacciato dalla finestra di casa mia – dice il primo cittadino – Ho visto che alcuni ragazzi stavano infierendo contro la segnaletica stradale. Sono sceso e li ho visto parecchio brilli. Hanno detto di arrivare da Rosolini. Ho intimato loro che, se non avessero smesso, avrei chiamato le forze dell’ordine. Sono andati via, alla fine, ma questo è solo l’ultimo degli aneddoti che molti miei concittadini hanno raccontato al sottoscritto, parlando di vandali che urinavano e vomitavano davanti ai portoni. Adesso, basta".

Unico deterrente, per il sindaco, le telecamere. "Ci sono i pali – dice – ma mancano le telecamere. Sei mesi fa, ho sollecitato la Prefettura di Ragusa per capire se queste telecamere ci sono oppure no. La ditta aggiudicataria ha pronto tutto. La Prefettura doveva fornire gli impianti. Dopo sei mesi, aspetto ancora risposta".

Intanto, l’estate sta finendo. E il bilancio è in rosso. Segnali stradali, parcometri, arredo urbano fra le cose più «appetite» dai vandali. E il Comune di Pozzallo dovrà mettere le mani nuovamente nelle proprie casse per non lasciare deturpati gli angoli più suggestivi del centro rivierasco.

"Per il Comune, il danno di immagine – chiosa il sindaco – è grave. Chiederò un incontro personale con il nuovo prefetto, al fine di avviare a soluzione un problema che, alla luce dei fatti delinquenziali registrati in questi giorni, merita urgente attenzione. L’auspicio è che si faccia presto".