Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 930
POZZALLO - 10/05/2008
Attualità - Pozzallo - A 8 mesi di distanza dall’incendio di piazza Italia

Piano di ristrutturazione
del complesso Iacp

Entro la fine dell’estate le 3 famiglie avranno una nuova casa
Foto Corrierediragusa.it

A quasi otto mesi dal pauroso incendio che vide coinvolti tre nuclei familiari che risiedevano nel complesso»Iacp» di Piazza Italia il sindaco di Pozzallo Peppe Sulsenti e il direttore dell’istituto autonomo case popolari di Ragusa, Giovanni Cultrera, hanno illustrato il piano di ristrutturazione del complesso edilizio.

Sulsenti e Cultrera hanno evidenziato tempi e modalità del restauro dei primi tre piani del lotto «A», il palazzo interessato da un incendio che fu appiccato da un minore, lo scorso 22 settembre.

Entro la fine dell’estate, infatti, due famiglie (la famiglia Zocco, proprietaria di un alloggio, e una nuova famiglia che prenderà possesso dell’appartamento fra qualche mese) avranno un nuovo domicilio dove abitare. Anche Piazzale Italia, il piazzale che si trova ubicato di fronte ai palazzi del complesso edilizio, sarà interessato da una riqualificazione che interesserà i numerosi cittadini che abitano il popoloso quartiere. Cultrera ha, infine, consegnato tre perizie al sindaco, redatte dai tecnici dello Iacp di Ragusa, i quali hanno assicurato che saranno appaltati i lavori in tempi relativamente brevi.

Grande soddisfazione del sindaco di Pozzallo, Sulsenti, che ha dichiarato di impegnarsi per la riqualificazione di una delle aree meno attrezzate della città di Pozzallo. "Mancano molte cose all’intera area ? ha detto Sulsenti ? Basti pensare che una semplice bonifica ambientale, effettuata qualche settimana fa, è stata vista come un autentico «miracolo» da parte di alcuni cittadini che, ai tempi della precedente amministrazione, hanno chiesto centinaia di volte che venisse bonificata, senza avere mai risposta. Monitorare il territorio e preservarlo dall’incuria è e resterà, in futuro, un compito preciso del nostro lavoro amministrativo".

(Nella foto in alto la facciata del complesso subito dopo l´incendio)

La facciata dell´edificio dello Iacp    Quel che resta dell´alloggio divorato dalle fiamme