Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 874
POZZALLO - 10/07/2011
Attualità - Fioccano sanzioni di svariati euro

L´auto al porto dove la metto? Prosegue l´odissea delle multe

L’automobilista multato perché ha lasciato la sua automobile, all’interno del porto, ha motivo di inveire nuovamente
Foto CorrierediRagusa.it

Dove parcheggio la mia macchina, al porto? L’automobilista multato perché ha lasciato la sua automobile, all’interno del porto, ha motivo di inveire nuovamente, visto che, da ieri, i vigili urbani del Comune di Pozzallo hanno multato diverse automobili, lasciate in sosta lungo la strada che costeggia l’area portuale e che, dall’altezza del castello Di Martino, arriva fino alla curva antistante il centro di prima accoglienza, quindi tutto il rettilineo.

Multe di svariati euro che si sommano alle altre multe che i militari della Capitaneria di porto hanno affibbiato a diversi automobilisti, nelle scorse settimane, ignari di un regolamento finalizzato a verificare il costante rispetto della vigente Ordinanza n. 100/2010, che disciplina il transito e la sosta delle automobili all’interno del porto.

Diventa più difficile, da ieri, parcheggiare le proprie automobili per entrare al porto. Il parcheggio dalla parte ad est del castello è solitamente preso d’assalto da chi, in estate, parcheggia per poi scendere in spiaggia. Un ristoratore, con attività a pochi metri dal porto, vistosi l’area antistante il locale intasata di automobili, ha dovuto recintare con nastro il proprio ingresso al fine di liberare l´area da possibili intrusi. Non c’è navetta che trasporti i passeggeri al porto, gli stessi i quali, magari, vogliono prendere il catamarano per Malta e lasciare la propria automobile in Sicilia. C’è solo un parcheggio a pagamento (8 euro al giorno per 24 ore di sosta) e un solo servizio taxi. Decisamente poco per chi vuole fare di questa terra l’attrattiva turistica dei prossimi anni.

A proposito di parcheggi, è di queste ultime ore la notizia che il consigliere comunale Pino Asta, candidato a sindaco alle Amministrative del prossimo anno, ha deciso di voler togliere le «strisce blu», in caso di vittoria nel 2012. Nel contempo, Asta ha chiesto al sindaco Sulsenti di rimuovere le strisce blu che hanno "invaso – dice Asta - in maniera disorganizzata e deturpante le vie cittadine, non ultima il Corso centrale e i lungomari Raganzino e Pietrenere".