Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1309
POZZALLO - 13/05/2011
Attualità - Sul tavolo i diritti dei dipendenti comunali

A Pozzallo sindaco e sindacati non se le mandano a dire

La Triplice bolla l’Amministrazione comunale come inefficiente
Foto CorrierediRagusa.it

Nuove diatribe fra la Triplice sindacale e l’Amministrazione comunale. Dopo le controversie legate ai concorsi banditi e poi ritirati, la Fp-Cgil, la Cisl-Fp e la Uil-Fpl tornano a battere cassa per i dipendenti comunali della città rivierasca. In particolar modo, i sindacati chiedono ragione e, soprattutto, conto della liquidazione dei piani di lavoro relativi agli anni 2008 - 2009 e la progressione economica a favore degli stessi lavoratori dipendenti, con decorrenza dal 2010.

Dopo diversi incontri, difatti, i sindacati, in una nota, bollano l’Amministrazione comunale come inefficiente in quanto non ha saputo dare seguito alle promesse di liquidare i compensi pattuiti per tutti i dipendenti statali, nonostante più volte il vicesindaco di Pozzallo, Attilio Sigona, avesse garantito una repentina conclusione della vicenda. Nel mirino dei sindacati, il verbale di conciliazione controfirmato da entrambi le parti, messo da parte, a detta della Triplice, e non ancora preso in considerazione al fine di garantire il riconoscimento degli accordi già raggiunti.

"La Giunta Sulsenti – scrive la Triplice - anche questa volta non ha perso l’occasione per dare una chiara dimostrazione della proverbiale inaffidabilità di cui è universalmente tacciata, non dando seguito al verbale di conciliazione che pure aveva sottoscritto. Ora, appurata la perfetta malafede della controparte, i sindacati, convinti che a nessuno può essere consentito di ingannare gli altri, sperando poi di potersela fare franca, hanno deciso di riprendere le vie legali per porre la parola fine a tanta inaffidabilità e spavalderia ed, in primis, hanno già espressamente diffidato nelle forme giudiziarie l’Amministrazione Sulsenti ad ottemperare agli obblighi assunti con il protocollo d’intesa, integralmente trasfuso nel verbale di conciliazione che è stato firmato avanti al giudice del lavoro e quindi costituente titolo esecutivo".

La replica dell’Amministrazione. "L’Amministrazione Sulsenti – è scritto in una nota - mantenendo fede agli impegni assunti con i sindacati e con l’Assemblea dei Lavoratori, dopo l’accordo siglato il 4 marzo 2011 davanti al Giudice del Lavoro di Modica, ha correttamente invitato a più riprese dirigenti ed uffici a dare seguito all’accordo stesso, come comprova una reiterata corrispondenza. Se le pratiche non hanno proceduto e non hanno avuto seguito non c’è alcuna responsabilità del sindaco Sulsenti e dell’Amministrazione Comunale. I dirigenti, cui compete la predisposizione degli atti, ritengono che gli accordi sottoscritti prevedono una parte illegittima alla luce della vigente normativa e non intendono sottoscrivere atti illegali".

Da qui, secondo il primo cittadino di Pozzallo, il blocco, a cui l’Amministrazione ha cercato di porre rimedio proponendo a più riprese incontri tra legali delle parti (sindacati, amministrazione, dirigenti) al fine di giungere ad una soluzione tecnica concordata.

"E’ di tutta evidenza – conclude la nota - che l’Amministrazione non può sostituirsi ai Dirigenti ed ai compiti loro affidati dalla Legge. E’ comprovato che l’Amministrazione intende rispettare gli accordi siglati con i sindacati, tutto il resto è solo speculazione politica che offende la dignità dei lavoratori comunali, la loro intelligenza e il loro lavoro".

Nella foto il sindaco Sulsenti