Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 688
POZZALLO - 10/05/2011
Attualità - Dopo l’affidamento del servizio alla Sogeas

Bollette idriche esose da pagare in 2 rate a Pozzallo

Rassicurazioni da palazzo La Pira

Un bollettino errato recapitato ai cittadini. Centinaia di bollettini con pagamenti in un’unica tranche per il canone idrico sono da considerarsi nulli in quanto da palazzo La Pira è giunta la nota che saranno due le rate per il pagamento da effettuarsi. Sicuramente, il canone 2010 potrà essere pagato a rate, senza alcun sovrattassa per ogni cittadino.

"Il Comune di Pozzallo – è scritto in una nota diffusa da palazzo La Pira - nel 2002 aveva sottoscritto un contratto decennale che scade il 31 gennaio 2012 con pagamento annuale di 250 milioni, pari a 133 mila euro. Tale contratto prevedeva solo e soltanto il servizio di sostituzione dei contatori. In dieci anni, sono un milione e 330 mila euro.

In effetti, dopo il primo e secondo anno, la Sogeas non ha più effettuato un reale servizio in quanto quasi tutte le abitazioni sono state dotate in pochi anni dei nuovi contatori. Il contratto che il Comune ha rinnovato è un ampliamento del contratto stesso con medesima scadenza del 31 gennaio 2012 e la creazione di tutta una serie di servizi: non più soltanto sostituzione dei contatori, ma allacci dei contatori (prima il privato doveva provvedere a sue spese agli allacci con maggiori costi e spesso danni notevoli nella rottura di marciapiedi e strade), riparazione, bollettazione.

Prima il servizio di bollettazione era effettuato dal Comune, mentre con il nuovo contratto la bollettazione viene effettuata direttamente dalla Sogeas che per tutti i servizi connessi ha un proprio schedario degli utenti, dei consumi, ecc".

Per il cittadino, quindi, non cambia nulla, né in termini di costi, né di canoni, né di modalità di pagamento. Il costo di tali servizi complessivi è stato concordato in euro 45 mila euro annui, invece dei 133 mila del precedente contratto. "Risparmio per le casse comunali – fanno sapere da palazzo La Pira - maggiori e migliori servizi per il Comune ed i cittadini".

I DUBBI DI PINO ASTA
Pino Asta chiede, l’Amministrazione risponde. Oggetto della contesa, le bollette idriche che, in questi giorni, sono state recapitate a molti cittadini di Pozzallo. Il consigliere comunale di opposizione chiede all’Amministrazione le modalità con cui è stata affidato questo servizio alla Sogeas, e precisamente con quale procedure di gara è stata selezionata la stessa per l’espletamento di tale servizio.

"Appare opportuno – dice Asta - che venga chiarito con quale modalità questo servizio viene retribuito, in quanto non essendo a carico dei cittadini, almeno apparentemente, lo stesso sarà a carico delle casse dell’Ente Comune. Quale è stato l’interesse ad esternalizzare un servizio per il quale il comune dispone di personale formato, strumenti informatici ed ogni altra capacità organizzativa necessaria a svolgere tale attività. Il risultato sono migliaia di bollette pazze, contro i cittadini, emesse in maniera forfetaria, come espressamente riconosciuto dal Comune e dalla Sogeas".

Asta, inoltre, diffida l’Amministrazione a dare immediato riscontro alle suddette richieste al fine di accertare le responsabilità di chi ha posto in essere tale procedura nonché a revocare immediatamente le bollette forfetarie.

A stretto giro di posta, arriva anche la replica da palazzo La Pira. "L’Amministrazione comunale – è scritto in una nota - al fine di migliorare il servizio idrico, ha dato incarico alla Sogeas, che già si occupava della sostituzione e della manutenzione dei contatori, di curare la completa gestione del servizio, senza alcun onere in più a carico dei cittadini e nel rispetto dei contratti di somministrazione esistenti. La prima bolletta, emessa per esigenze tecno-contabili in unica soluzione, attiene al conguaglio del 2010. E’ consentito però ai cittadini il pagamento rateale della stessa, sottoscrivendo presso gli uffici Sogeas un modulo che consente di pagare quanto dovuto in due soluzioni, entro nuovi termini di scadenza. Va precisato inoltre che le prossime bollette saranno emesse su base semestrale, alla scadenza del periodo maturato".

Da palazzo La Pira fanno sapere che tutte le informazioni sulle bollette idriche sono disponibili presso gli uffici di via Nino Bixio, al civico 40, oppure telefonando allo 0932-797000.