Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 931
POZZALLO - 09/04/2011
Attualità - Pozzallo: le considerazioni amare del consigliere d’opposizione

Per Maiolino "Gioco sporco a Pozzallo sul Prg"

"La città di Pozzallo deve prendere atto del fatto che il Consiglio Comunale sta continuando a fare un gioco pericoloso"

"La città di Pozzallo deve prendere atto del fatto che il Consiglio Comunale sta continuando a fare un gioco pericoloso, forse sporco, forse deleterio: le continue assenze della maggioranza dei consiglieri che causano i continui rinvii delle sedute con all’ordine del giorno la proposta di revisione del Prg, le conferenze dei capigruppo deserte (con assenze assolutamente trasversali), che denotano il totale disinteresse nel fissare una data utile per discutere del piano, che tenga conto degli impegni di tutti per garantire il numero legale, mi portano a ribadire il concetto che di questo piano non si vuole discutere nel merito".

Hanno il sapore dell’amarezza le parole del consigliere comunale di opposizione, Alessandro Maiolino, in merito ai continui rinvii per quanto riguarda l’approvazione del Prg, atteso da più di due lustri in città. Nonostante siano passati due mesi dalla conferenza dei capigruppo, ad oggi quasi nulla si conosce sul destino del Piano Regolatore, autentica croce e delizia non solo dell’Amministrazione targata Sulsenti ma anche di quelle precedenti.

Secondo Maiolino, la mancanza di numero legale, nel corso delle ultime sedute consiliari, e la presunta incompatibilità di qualche consigliere comunale sollevano forti dubbi sulla capacità di rendere reale uno strumento che Pozzallo chiede da tempo. Finanche al paventato arrivo del commissario ad acta, il quale dilungherebbe le tappe di un calvario di cui ancora non si conosce la fine.

"E’ bene che si facciano le dovute distinzioni – dice Maiolino - su chi questo piano lo vuole discutere e approvare e su chi invece sta creando le condizioni per far arrivare il commissario ad acta ed escludere la città dal momento democratico del confronto e dell’arricchimento attraverso il passaggio in Consiglio Comunale.

Allora, per sfatare ogni dubbio, chiedo ai colleghi consiglieri compatibili di essere presenti alla seduta della prossima settimana e iniziare finalmente il processo che porta all’approvazione di questo piano, contribuendo al suo arricchimento o alla sua correzione secondo gli argomenti che verranno fuori dalla discussione, perché, ribadisco, questo Consiglio Comunale non deve perdere l’occasione di fare almeno una cosa degna di nota nei suoi cinque anni di vita dallo spessore tristemente esiguo, dando a Pozzallo lo strumento principale per il suo sviluppo".