Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 806
POZZALLO - 19/03/2011
Attualità - Pozzallo: la soluzione dopo le lamentele dei giorni scorsi

Nessun doppione dell´istituto nautico di Pozzallo a Pachino

E’ la rassicurazione dell’assessore regionale alla Formazione Mario Centorrino

Non ci sarà alcun corso di coperta o di macchina presso il nuovo istituto nautico di Pachino. Sono state queste le parole che il sindaco di Pozzallo, Peppe Sulsenti, si è sentito ripetere dall’assessore regionale alla Formazione, Mario Centorrino, nel corso di un incontro che si è svolto a Modica.

Dopo le lamentele dei giorni scorsi, in cui il preside dell’istituto, Pinuccio Amore, e l’assessore comunale alla Cultura, Attilio Sigona, hanno espresso molte perplessità sulla nascita dei due corsi in un centro limitrofo come quello di Pachino, ieri Centorrino ha rassicurato la delegazione comunale, sindaco Sulsenti in testa, che non vi saranno corsi «doppioni», a pochi chilometri di distanza. "Una situazione assurda – ha riferito Amore all’assessore regionale – che creerebbe grave squilibrio nell’offerta formativa, con ricadute gravi da compromettere lo stesso futuro dell’istituto pozzallese".

All’incontro, erano presenti anche Amore, Sigona, un docente del Nautico, Antonio Lubello, il deputato regionale dell’Mpa, Riccardo Minardo, ed i provveditori agli Studi di Ragusa e Siracusa, Cataldo Dinolfo e Giuseppe Italia, quest’ultimo anche nella veste di direttore regionale della scuola siciliana. Si è deciso, inoltre, che, per l’istituto «M. Bartolo» di Pachino, sarà data l’autorizzazione per i restanti corsi non presenti all’istituto nautico di Pozzallo.

"Soddisfazione – si legge in una nota diffusa da palazzo La Pira - al temine dell’incontro hanno dimostrato sia il dirigente del Nautico che gli amministratori di Pozzallo che hanno scongiurato il declino del Nautico ed ulteriori conseguenze negative per la marineria pozzallese. Anche il direttore generale, Italia, ha concordato sulla necessità di ampliare l’offerta formativa del territorio e non di creare concorrenzialità, che danneggerebbe tutte le scuole interessate".

Per il Sindaco di Pozzallo, "si è trattato – ha detto - di una legittima protesta e di una soluzione ragionevole che tiene nel dovuto conto le aspirazioni del Nautico e la voglia di lavoro dei marittimi pozzallesi. L’intervento del Presidente Lombardo presso Centorrino è stato certamente decisivo".