Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 959
POZZALLO - 02/12/2010
Attualità - Pozzallo: intanto il comune è stazione appaltante per la messa in sicurezza

Porto Pozzallo: mutuo con la cassa depositi e prestiti

L’argomento esitato positivamente in consiglio comunale. Soddisfatti il sindaco Sulsenti e la minoranza Foto Corrierediragusa.it

Il Consiglio comunale ha esitato positivamente l’argomento relativo alla variazione di bilancio 2010 per l’inserimento della somma di 570mila per un mutuo da contrarre con la Cassa depositi e presititi, il cui importo è destinato agli studi propedeutici per la messa in sicurezza del porto di Pozzallo. L’obiettivo è stato raggiunto praticamente in seconda battuta. La prima seduta del civico consesso era infatti «saltata» per l’atteggiamento tenuto dai consiglieri del Pdl, che, ad un certo punto, sono usciti dall’aula, facendo venir meno il numero legale.

Poi, nella seduta pomeridiana, ogni tassello è andato al suo posto con grande sollievo del sindaco e degli amministratori. L’argomento da esitare era di vitale importanza. Senza il mutuo con la Cassa depositi e prestiti, sarebbe stato impossibile completare il progetto esecutivo per le opere da realizzare al porto. Come dire che, anche in questa occasione, il finanziamento di 40 milioni di euro sarebbe saltato. L’Amministrazione ha fatto per intero il suo dovere. Ha chiesto ed ottenuto di il ruolo di Stazione appaltante, ha sollecitato l’emanazione del decreto ed il sindaco in persona ha ritirato il provvedimento in giornata.

«Ringrazio il Consiglio nella sua interezza – dice il sindaco Giuseppe Sulsenti (nella foto) – ed in particolare i gruppi di maggioranza che hanno consentito il regolare svolgimento della seduta pomeridiana, essendosi presentati in nove, quando bastavano solo otto consiglieri per il numero legale. Con i lavori al porto e la realizzazione del lungomare Raganzino, la città si intesta due opere di assoluto valore che potranno incidere notevolmente sul processo di crescita avviato grazie ad una progettualità seriamente portata avanti dall’Amministrazione che mi onoro di presiedere».

POZZALLO STAZIONE APPALTANTE PER LA MESSA IN SICUREZZA DEL PORTO
La Regione Siciliana ha conferito al Comune di Pozzallo il ruolo di Stazione appaltante per le opere di messa in sicurezza del porto, con particolare riguardo alla definizione dell’imboccatura portuale e della diga di sottoflutto a protezione dei bacini commerciale e turistico. Il provvedimento è stato ritirato a Palermo dal sindaco Giuseppe Sulsenti che, con l’occasione, ha chiesto ed ottenuto dagli uffici competenti, assicurazioni in merito al positivo evolvere della pratica relativa al Piano paesistico, che, per quanto riguarda la realtà locale, dovrebbe essere modificato in base ai rilievi e alle proposte formulate dal Comune di Pozzallo.

Con riferimento al porto, la parola passa ora ai consiglieri comunali, che nel Consiglio di oggi, sono chiamati a deliberare per il mutuo di 570 mila euro da accendere con la Cassa Depositi e Prestiti, necessario per sostenere le spese relative al progetto esecutivo da elaborare in tempi brevi.

Occorre dunque bruciare le tappe per raggiungere finalmente l’obiettivo di rilanciare il porto di Pozzallo che l’Amministrazione Sulsenti ha perseguito sin dal suo insediamento.

«E’ di tutta rilevanza sottolineare – si legge infatti nel provvedimento della Regione – che il cronoprogramma dell’intervento dovrà garantire l’opera collaudata entro il termine improrogabile di chiusura».

«Ho voluto personalmente ritirare il decreto della Regione a firma del dirigente generale dell’assessorato alle Infrastrutture Vincenzo Falgares – dice il sindaco Sulsenti – affinchè il Consiglio comunale possa deliberare oggi stesso per il mutuo da accendere con la Cassa Depositi e Prestiti di Roma, atteso che mancano pochissimi giorni utili per formalizzare la richiesta. Sono certo che in Consiglio prevarrà il senso di responsabilità dei consiglieri di maggioranza e di opposizione, trattandosi di un atto dovuto nell’interesse della città».

LA SODDISFAZIONE DELLA MINORANZA
I gruppi politici Vivere per Pozzallo, Amore per Pozzallo, Autonomisti Liberi, Pozzallo Giovane, Noi per Pozzallo e Il Timone esprimono soddisfazione per aver contribuito, attraverso il voto espresso dai propri consiglieri presenti nella seduta del 1 dicembre, alla richiesta del mutuo quale primo passo per la progettazione per la messa in sicurezza e l’ampliamento delle banchine del porto di Pozzallo.

Occorre sottolineare ancora una volta il ruolo positivo interpretato dall’opposizione che restando in aula, con senso di responsabilità e spirito costruttivo, ha contribuito, per il bene della collettività, sia a mantenere il numero legale per lo svolgimento della seduta, sia a esprimere parere positivo «aiutando» così di fatto la maggioranza consiliare a votare favorevolmente. La presenza in aula dei consiglieri di tutta l’opposizione ha infatti supportato i numeri insufficienti della maggioranza consiliare, visto che, alla seduta, a votare per il futuro del porto erano presenti solo sette consiglieri Mpa.