Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 645
POZZALLO - 11/11/2010
Attualità - Pozzallo: la decisione dell’Amministrazione Comunale

Decisioni congelate sul futuro dei dipendenti di Pozzallo

Determinanti le pessime notizie provenienti da Palermo sui tagli della regione verso i comuni

Congelamento di tutte le decisioni in ordine al personale comunale da parte dell’Amministrazione Comunale di Pozzallo al termine di una lunga riunione notturna della Giunta che ha preso in esame le variegate richieste di tutto il personale prima dello stop triennale a qualsiasi aumento stipendiale e a qualsiasi concorso. La corsa contro il tempo (è il 31 dicembre il termine ultimo per consentire incrementi di spesa per il personale comunale) si è al momento arenata su due punti: da un lato le pessime notizie provenienti da Palermo sui tagli della regione verso i comuni, con la conseguenza di dovere evitare ulteriori spese di personale per economizzare sulle mancate entrate dei trasferimenti regionali, dall’altra la miriade di richieste di tutte le categorie di dipendenti, dai precari che richiedono stabilizzazione, dagli stabilizzati che richiedono l’incremento delle ore di part-time, dai doposcuolisti che chiedono ulteriori incrementi orari, dalle progressioni orizzontali e verticali che rispondono alle attese ed aspettative di quanti tirano la carretta per tutti, con una spesa che, ad accontentare tutti, deborderebbe dalle disponibilità finanziaria dell’ente, che da parte sua intende colmare i vuoti dell’organico non rinviabili, come i necrofori al cimitero, manovali e muratori, falegname ed idraulico.

Se i sindacati, svolgendo al meglio il loro ruolo insostituibile, sostengono le ragioni di ogni settore dei dipendenti comunali, l’amministrazione ha dal suo canto l’ineludibile obbligo di scelta delle priorità e della funzionalità dei servizi, pur riconoscendo legittime molte aspettative dei dipendenti comunali, aspettative che coinvolgono tutta la città. Si attende pertanto la riunione politica di venerdì prossimo a Ragusa per capire e conoscere la quantificazione dei tagli; quindi saranno assunte tutte le decisioni del caso, che non potranno certamente coprire tutte le richieste in quanto l’amministrazione Sulsenti intende dare precedenza alla funzionalità dei servizi comunali.