Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 1174
PALERMO - 10/05/2010
Attualità - Palermo: le novità positive dell’ultima Finanziaria regionale da poco approvata

30 milioni all’Artingiacassa Spa per le imprese artigiane

La norma illustrata a Monreale dal presidente della Commissione attività Salvino Caputo e dall’assessore regionale Marco Venturi, consente di accedere a un «sistema di garanzie e controgaranzie in favore dell’economia in Sicilia»

Gli aspetti più importanti del «Fondo regionale di garanzia per l’artigianato», istituito con la finanziaria regionale 2010 su proposta del presidente della Commissione Attività produttive Salvino Caputo , sono stati illustrati dall´assessore regionale per le Attività Produttive Marco Venturi e dallo stesso Caputo, nel corso di una conferenza stampa a Monreale, alla quale vi hanno preso parte, il sindaco Filippo Di Matteo, il direttore regionale «Artigiancassa» Rosario Lo Porto, il segretario provinciale Maurizio Pucceri «Casartigiani» e Rosario Alescio, presidente CRIAS. «Il Fondo di garanzia – ha dichiarato Caputo - consentirà alle imprese artigiane siciliane di accedere a un sistema di garanzie, controgaranzie e di misure di sostegno per lo sviluppo economico della Sicilia».

Il finanziamento di 30 milioni di euro previsti nella legge finanziaria verrà assegnato all’ente «Artigiancassa S.P.A» che opererà in favore delle imprese artigiane siciliane con un finanziamento in conto capitale e in conto interessi, per sostenere le attività artigianale siciliane. Il fondo regionale attiverà un sistema di garanzia e controgaranzia che attraverso i consorzi fidi, darà la possibilità alle imprese artigiane di accedere a mutui garantiti e nello stesso tempo si potranno abbattere i costi dei tassi di mutuo».

Questo fondo di rotazione – ha aggiunto Caputo – attiverà un sistema di finanziamenti anche a fondo perduto sia per l’acquisto di scorte che per il potenziamento dei livelli di produttività delle imprese artigiane siciliane». L’assessore Venturi dopo aver espresso apprezzamento per la sinergia che si è venuta a creare con la commissione attività produttive, ha denunciato i problemi della burocrazia che blocca lo sviluppo delle imprese ed ha anche auspicato che in Sicilia si possa iniziare un nuovo sistema imprenditoriale che non sia soltanto assistenzialistico come è avvenuto da dopoguerra in poi, ma che consenta di poter utilizzare al meglio i finanziamenti previsti dal POR Sicilia.