Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 746
PALERMO - 25/05/2016
Attualità - Il presidente del Consiglio ha detto che la riunione dei paesi più industrializzati si terrà in Sicilia

I leader mondiali a Taormina per il G7 del 2017

La scelta della sede non è ancora ufficiale ma tutto gioca a suo favore Foto Corrierediragusa.it

Ormai la notizia è davvero ufficiale: il G7 del 2017 si terrà proprio in Sicilia. I leader politici dei sette paesi più industrializzati del mondo si ritroveranno in Sicilia. Lo ha annunciato il premier Matteo Renzi in volo verso il Giappone per il G7 di quest’anno. "#Goodnews Prossimo G7 in Sicilia. Siamo pronti!". Cosi´ ha twittato subito il sottosegretario all´Istruzione, Davide Faraone, in merito all´annuncio del premier. Non è ancora dato sapere dove l’evento sarà ospitato ma molto presumibilmente sarà nella Sicilia orientale e più specificatamente a Taormina (foto). Due i punti che fanno propendere per la località turistica messinese. La vicinanza con l’aeroporto di Catania e di Sigonella dove potranno atterrare gli aerei delle delegazioni compreso l’Air Force One. Le condizioni orografiche di Taormina dotata di accessi alla città vecchia e quindi molto controllabile dal punto di vista della sicurezza. Inoltre la disponibilità di strutture alberghiere a cinque stelle che possono soddisfare le esigenze delle varie delegazioni.

Dice il sindaco di Taormina Eligio Giardina: «E’ ancora una ipotesi ma ne abbiamo parlato con Renzi in occasione della firma del Patto per Catania nella città etnea. Se sarà scelta Taormina - aggiunge - sarà per noi una sfida da fare tremare i polsi, ma siamo pronti per strutture alberghiere, storia, tradizione e sicurezza. La configurazione orografica di Taormina, i suoi varchi controllabili e un sistema nuovissimo e diffuso di videosorveglianza garantisce un altissimo livello di sicurezza. La città si potrà bloccare a monte e a valle, tenendo i non addetti a distanza. Intanto vorrei ringraziare il presidente Renzi per avere scelto la nostra Isola - sottolinea Giardina - il G7 sarà un evento che porterà il rilancio della Sicilia nel mondo, se sarà Taormina io sarò grato mille volte al premier".