Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:51 - Lettori online 343
PALERMO - 14/04/2016
Attualità - Dopo i recenti casi, seppure limitati, in Sicilia e non solo

Meningite in Sicilia, corsa preventiva ai vaccini

La prevenzione è importante Foto Corrierediragusa.it

I recenti, seppure limitati, casi veri o presunti di meningite batterica da meningococco negli ultimi mesi in Sicilia e non solo, ha risvegliato il timore di questa infezione aggressiva e riacceso i riflettori sull´importanza della prevenzione.

L´importanza del vaccino
Ultimamente il numero di persone che scelgono di vaccinarsi contro la meningite sta aumentando notevolmente. La buona notizia è che il vaccino può essere somministrato anche presso un qualsiasi studio medico, rendendo molto più facile l’accesso alla vaccinazione. Oggi, inoltre, grazie a siti come docplanner.it, prenotare una visita con un medico specializzato è davvero molto semplice e si può fare comodamente da casa senza dover fare lunghe file d’attesa solo per prendere l’appuntamento.

Cosa sapere sulla meningite
Si tratta di un´infiammazione che colpisce le membrane, dette anche meningi, del midollo spinale e del cervello. Generalmente l´infezione è causata da virus o funghi, al contrario delle meningiti di tipo batterico che si scatenano a causa di alcuni specifici batteri. Il più temuto di questi batteri è il meningococco, che si trasmette attraverso il contatto con secrezioni oppure per via inalatoria. Ovviamente se una persona ha già di per sé un sistema immunitario abbastanza compromesso, il meningococco riesce a penetrare con più facilità, provocando l´insorgere della malattia. L´infezione ha un periodo di incubazione che varia dai 6 ai 10 giorni e la comparsa della malattia è più frequente durante l´inverno, quando si passa più tempo in posti chiusi.

Sintomi e trattamento
I sintomi della comparsa della meningite sono febbre, vomito, cefalea, convulsioni e stato confusionale. Nei lattanti, invece, si denota soprattutto sonnolenza, inappetenza, irritabilità e instabilità termica, che spesso fanno pensare ad una comune influenza stagionale. Se affrontata tempestivamente, l´infezione può essere curata in maniera efficace con un trattamento antibiotico, definito in base al tipo di batterio in questione. Tale trattamento può essere somministrato anche a scopo preventivo nel caso si sospetti un contagio.

Purtroppo questa malattia non è stata ancora completamente debellata ed è una patologia sulla quale c´è ancora la massima allerta. Proprio per questo motivo, la regione Toscana, ad esempio, si è attivata con una campagna di sensibilizzazione che invita i cittadini a non trascurare questa malattia e a sottoporsi alla vaccinazione. In Italia questo vaccino è previsto da molti anni ormai e sono disponibili anche altri tipi di vaccini che interessano il meningococco B e, recentemente, anche quello C. La somministrazione di questi vaccini nei bambini al primo anno di vita potrebbe essere una potente arma contro questa spaventosa malattia.