Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 496
PALERMO - 28/12/2014
Attualità - Nuova campagna sociale dal 29 dicembre al 3 gennaio

Rai Regione alla scoperta dell’Italia delle meraviglie

Fra i siti di grande prestigio, non mancheranno bellezze sconosciute della provincia iblea. «Un’Italia a torto dimenticata - spiega il direttore della Tgr Vincenzo Morgante - che chiede di essere raccontata con spirito di partecipazione»
Foto CorrierediRagusa.it

«L’Italia delle meraviglie sconosciute": è questo il tema della nuova campagna sociale della Tgr, la testata giornalistica regionale della Rai, che prenderà il via lunedì 29 dicembre e che sarà dedicata alle bellezze artistiche, architettoniche, paesaggistiche, alle opere d’arte e alle emergenze monumentali e urbanistiche di cui il paese è ricco e che sono spesso nascoste e ignorate dal grande pubblico.

Come per le campagne precedenti, dedicate alla sicurezza sul lavoro, alla scuola e alla immigrazione, che hanno registrato interesse e partecipazione da parte degli ascoltatori, per tutta la prossima settimana le 24 redazioni della Tgr (una per ogni regione, oltre quelle impegnate nell’informazione locale per le minoranze linguistiche) dedicheranno servizi, inchieste, collegamenti in diretta, approfondimenti e informazioni di servizio al tema della bellezza sconosciuta in tutta la produzione della testata, da "Buongiorno Italia" e «Buongiorno Regione» alle edizioni del Tg, passando per i giornali radio regionali, per le rubriche a diffusione nazionale, e per il sito web tgr.rai.it che proporrà un dossier costantemente aggiornato.

Centinaia di giornalisti saranno «sul campo» per raccontare in ogni angolo del paese, dalle grandi città ai centri più piccoli e isolati, un´Italia ricca di opere d’arte, ville e palazzi storici, ipogei pieni di sorprese, realtà ambientali e paesaggistiche di particolare pregio, borghi dimenticati, siti archeologici abbandonati, antiche biblioteche trascurate, emergenze artistiche e culturali inspiegabilmente ignorate e al di fuori dei circuiti ufficiali.

«Un’Italia a torto dimenticata - spiega il direttore della Tgr Vincenzo Morgante - che chiede di essere raccontata con spirito di partecipazione nell’ottica di quella informazione di prossimità che rappresenta la missione specifica della Tgr nel panorama dell’offerta radiotelevisiva: una informazione fortemente radicata nei territori e nella vicenda quotidiana delle comunità locali. Comunità che aiuteremo a riscoprire, in questi giorni di festa, quel patrimonio di straordinaria bellezza di cui sono ricche tutte le nostre regioni».

Dal 29 novembre al 3 gennaio la Tgr accompagnerà dunque i propri telespettatori e radioascoltatori in una sorta di «tour della bellezza»: un viaggio nell’Italia bella e nascosta lungo un itinerario che sarà suggerito anche dagli ascoltatori, con le segnalazioni alle redazioni regionali della Rai che forniranno lo spunto per inchieste e approfondimenti.

Questa grande staffetta informativa che coinvolgerà tutte le regioni italiane si concluderà sabato 3 gennaio con una edizione speciale del Settimanale della Tgr a diffusione nazionale che sarà trasmessa da Firenze, dalla strada sotterranea della Basilica di San Lorenzo, dove le telecamere entreranno per la prima volta.

Nella foto in alto, uno scorcio di Ragusa Ibla