Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 988
PALERMO - 06/01/2014
Attualità - Il direttivo nazionale del movimento si è riunito per rilanciare l’inizaitiva

I Forconi preparano la fase 2 della loro protesta

Attese risposte dal Governo entro martedì 21. Proposti sit-in davanti a Prefetturre e sedi di Equitalia Foto Corrierediragusa.it

I Forconi lanciano la fase 2 della loro lotta. Il direttivo nazionale del Comitato (nella foto) si è riunito a Soave in provincia di Verona per illustrare la piattaforma rivendicativa che è stata presentata al governo. Ribadite le ragioni della lotta del movimento che nelle iniziative di dicembre ha tuttavia mostrato crepe e dissapori tra i suoi leader ingenerando nell´opinione pubblica confusione ed anche sconcerto.

Mariano Ferro, leader del C9D, come è stato definito il coordinamento nazionale, ha ribadito la volontà di "ripartire dai territori" per quello che questa espressione, ormai abusata da politici e sindacalisti, può significare.Non sono mancate in sede di conferenza stampa stilettate contro i rappresentanti dell´informazione accusati di non presentare le reali ragioni del movimento. I leader hanno infine insistito sul fatto che se il Governo insisterà a non ascoltare, il C9D passerà all’azione, occupando comuni, presidiando le prefetture o le sedi di Equitalia.

Il programma prevede che entro martedì 21 gennaio debbano essere attuate le richieste della piattaforma dei Forconi, il cui mancato adempimento legittimerà gli italiani a prendere qualsiasi iniziativa per ottenere i risultati desiderati.