Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 965
PALERMO - 06/06/2013
Attualità - Dopo la manifestazione a Palermo e l’incontro con l’assessore alla Sanità

Trovato l´accordo, riaprono i laboratori di analisi

Per ogni ricetta sarà corrisposta una somma tra i 6 ed i 10 euro quale "indennizzo" per i tagli

Dopo sei giorni di disagi riaprono i laboratori di analisi cliniche. E’ la decisione del sindacato di categoria dopo la manifestazione di ieri a Palermo e l’incontro con l’assessore regionale alla Sanità. L’accordo trovato tra le parti prevede una riduzione dei tagli ed un somma aggiuntiva per ogni ricetta. Il piano deve tuttavia essere approvato dal Ministero della Salute ed è per questo che l’assessore Borsellino sarà nei prossimi giorni a Roma. Per ammortizzare le perdite per i laboratori causate dall’applicazione del decreto Balduzzi che taglia di oltre il 40 per cento le somme delle analisi l’assessorato prevede di corrispondere una somma da sei a dieci euro a paziente.

Si prevede così di recuperare in Sicilia circa 29 milioni di euro l’anno. Da parte sua la Regione dovrebbe comunque risparmiare circa il 15 per cento rispetto alla spesa precedente passando da 140 milioni a 120 milioni l’anno. Con ‘accordo trovato le tariffe in Sicilia si adegueranno a quelle praticate su tutto il territorio nazionale. Da oggi dunque i laboratori riaprono ed accoglieranno i pazienti che in questi giorni si sono dovuti rivolgere agli ospedali intasando il già fragile sistema ospedaliero. Nella trattativa avviata con l´assessorato il sindacato ha anche ottenuto la disponibilità a far slittare il recupero delle somme extra erogate tra il 2007 ed il maggio scorso sulla base di un tariffario ritenuto illegittimo dal Tar.