Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 730
PALERMO - 31/08/2012
Attualità - Un decreto assessoriale stabilisce le modalità per ottenere il beneficio

Crias, il 21 scadenza per sospensione rate scadute

L’assessore regionale Francesco Aiello ha firmato il decreto: «Il nostro obiettivo è aiutare le imprese agricole in serie difficoltà»
Foto CorrierediRagusa.it

Entro il prossimo 21 settembre, gli imprenditori agricoli siciliani, che hanno ricevuto dalla Crias (Cassa regionale per il credito alle imprese artigiane siciliane) finanziamenti agevolati per la formazione di scorte prima dell´11 maggio scorso, potranno chiedere alla stessa Cassa di sospendere il pagamento delle rate scadute e non pagate alla data di presentazione della richiesta e delle rate in scadenza fino al 31 dicembre 2012.

Inoltre, una volta maturato il periodo di sospensione dei 12 mesi dalla scadenza originaria, gli imprenditori potranno allungare l´ammortamento del debito rimasto, incluse le rate sospese. Che sarà pari alla durata originaria di 24 mesi, a partire dal giorno successivo del termine del periodo di sospensione.

Verificati i requisiti di ammissione, la Crias concederà l´agevolazione entro 30 giorni. Il via libera dell´aiuto è stato approvato dall´assessore alle Risorse agricole e alimentari, Francesco Aiello (foto), che ha stabilito con decreto modalità e procedure per ottenere l´aiuto.

"L´obiettivo è aiutare le imprese agricole in serie difficoltà a rispettare le scadenze di rimborso delle rate dei contributi concessi dalla Cassa"- ha detto l´assessore. Che ha aggiunto: "Il governo regionale non rimane certo a guardare una crisi così difficile come quella dell´agricoltura siciliana e del nostro agroalimentare, che non sono più in grado di reggere il passo dei sistemi agricoli degli altri Paesi. L´amministrazione è in costante monitoraggio, cercando di percorrere tutte le strade possibili per trovare soluzioni immediate nell´attesa di una ripresa economica generale".