Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 784
PALERMO - 13/04/2012
Attualità - L’evento sismiso alle 8.21 con una lieve replica alle 8.44. Controlli in tutti gli edifici pubblici

Terremoto a Palermo, molto panico ma niente danni

La scossa avvertita nettamente in tutta la Sicilia occidentale; evacuate le scuole nel capoluogo

Forte scossa di terremoto a Palermo ed in molte città della Sicilia occidentale. La scossa è stata avvertita alle 8,21 ed una replica si è verificata , alle 8,44, seppur con minore intensità. Molta la paura e gli abitanti si sono riversati sulle strade. Non si segnalano al momento danni rilevanti anche se la paura, soprattutto nelle scuole è stata notevole.

Molte le chiamate ai Vigili del fuoco ed al 118. Paura in città, con gli abitanti che sono scesi tutti in strada. Evacuate le scuole per sicurezza; in alcuni istituti si sono registrate scene di panico tra gli studenti anche perchè la scossa ha maandato in frantumi i vetri di alcuni infissi.

La scossa è stata di magnitudo 4,3 con epicentro a 11 chilometri al largo dalla costa tirrenica.

Secondo i sismografi dell´Ingv, l´ epicentro era in mare, nel Tirreno, a circa 15 miglia al largo verso l´isola di Ustica. Secondo le prime verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile, non avrebbe prodotto danni a persone o cose.

La scossa è stata avvertita nettamente a Trapani, Mazara del Vallo e Alcamo.

In provincia di Ragusa

Ieri era stata registrata una scossa sismica in provincia di Ragusa: si è trattato di un terremoto di intensità 2.4 gradi di magnitudo. Il sisma è stato localizzato dai macchinari dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia e si è verificato nel distretto sismico dei Monti Iblei. La zona corrisponde ad un altopiano collinare ubicato nella regione sud-orientale della Sicilia; è compreso tra le province di Ragusa, Siracusa e Catania e la sua cima più alta è il Monte Lauro, di 986 metri.

Il terremoto: è stato registrato alle ore 8.35, mentre il suo ipocentro è stato definito ad una profondità di 40.1 km, alle coordinate 37.084°N, 14.718°E. Nonostante il terremoto sia stato sentito distintamente da gran parte della popolazione dei comuni limitrofi, non sembra esser stato causa di danni rilevanti a persone o cose. Dettagliatamente, i Comuni che lo hanno avvertito e che si trovano in un raggio compreso entro i dieci chilometri sono: Licodia Eubea, Vizzini, Chiaramonte Gulfi, Giarratana, Monterosso Almo; i comuni che hanno avvertito il terremoto compresi trai i 10 e i 20 chilometri sono, invece: Grammichele, Mineo, Mazzarrone, Comiso, Ragusa, Buccheri, Buscemi, Palazzolo Acreide.