Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1091
PALERMO - 17/04/2011
Attualità - Palermo: la Cassa regionale per le imprese apre il secondo bando di finanziamento

Banche rigide? Crias elastica! 36 milioni per l’agricoltura

Il presidente Rosario Alescio e l’assessore all’Agricoltura Elio D’Antrassi intervengono a sostegno degli imprenditori agricoli con difficoltà di accessione al credito bancario. Requisiti: imprese di produzione primaria, lavorazione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli. Per sapere come ottenere e spendere i finanziamenti, tutto sul sito www.crias.it
Foto CorrierediRagusa.it

L’assessore all’Agricoltura Elio D’Antrassi nell’ipparino ci ritorna spesso e volentieri. E gli agricoltori apprezzano. Dalla collaborazione fra l’assessorato regionale e il presidente della Crias Rosario Alescio (nella foto) nasce una nuova azione creditizia a supporto del settore agricolo. Dopo la prima esperienza di grande successo, che ha registrato una elevatissima partecipazione e una spesa del 100% delle risorse disponibili, la CRIAS e l’assessorato regionale delle Risorse agricole ed alimentari aprono il secondo bando per il «Finanziamento a favore delle imprese agricole per la formazione di scorte». Dalle 8 del mattino del prossimo 19 aprile sarà possibile, per le imprese di produzione primaria e per le imprese di lavorazione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli siciliane accedere ai 36 milioni di euro disponibili con la modalità «a sportello».

Si tratta di una tipologia di agevolazione rivelatasi estremamente utile per il comparto agricolo e l’indotto, consentendo alle imprese di reperire senza alcun costo per la presentazione dell’istanza e senza garanzie reali fino a 30.000 euro di importo la liquidità necessaria ad avviare le campagne agricole, soprattutto in un periodo in cui si registra una diffusa difficoltà di accesso al credito. Essendo poi consentito il pagamento diretto del fornitore, anche altre categorie di imprese beneficeranno in modo indiretto, così come avvenuto già in occasione del primo bando già chiuso, di uno stimolo e di un sostegno concreto alle attività economiche nell’intera regione, attivando un volano virtuoso in funzione anticrisi. Sul sito della Crias, www.crias.it, sono già presenti tutte le informazioni per l’accesso ai bandi e le istruzioni per la procedura di presentazione telematica dell’istanza.

In un momento in cui è ampio ed articolato il dibattito sulle politiche di sostegno all’accesso al credito e spesso si privilegia concentrarsi sulla definizione di contenitori e sull’ingegneria societaria pubblica e privata, la CRIAS privilegia invece i contenuti e l’efficacia di misure concrete a sostegno delle imprese, attivando strumenti di immediato utilizzo e comprovati risultati. Si riapre l’accesso ad una tipologia di incentivazione di grande successo che ha consentito nella passata stagione l’avvio delle campagne agricole a tantissimi soggetti in un settore in forte crisi di liquidità.