Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 1241
PALERMO - 15/12/2010
Attualità - Palermo: l’Ars ha approvato all’unanimità la legge, ora la parola al commissario dello Stato

L´Ars stabilizza 26.500 precari, costo 314 milioni l´anno

L’articolo 3 della legge prevede che nei ruoli si potrà accedere solo con i concorsi

Mai più un precario. L’articolo 3 della legge con la quale l’Ars ha dato il via libera alla stabilizzazione di oltre 26 mila precari siciliani prevede infatti che negli enti locali si entra solo con un concorso.

La legge è stata approvata all’unanimità dalla assemblea ed ha avuto un parto travagliato; dovrà ora passare l’esame del commissario dello Stato. Sono stati prorogati i contratti di 3.200 precari della Regione e 23.300 degli enti locali. La proroga riguarda anche il personale della Protezione civile, della agenzia regionale delle acque e dei rifiuti, dei parchi naturali delle Camere di commercio, dei consorzi di bonifica, del Cefpas.


A beneficiare della legge sono 3.200 lavoratori precari dell´amministrazione regionale. E fra questi il gruppo più nutrito e, dunque, economicamente più oneroso è quello dei 2.466 lavoratori non stabilizzati dei consorzi di bonifica che costano 24 milioni 852 mila euro. Hanno ottenuto il rinnovo del contratto per tutto il 2011 i 288 esperti della protezione civile (16 milioni), i 29 precari della Soris, la sala operativa regionale (costo un milione e 100 mila euro), i 223 dipendenti dell´Agenzia per le acque e i rifiuti (8,4 milioni).

La proroga riguarda anche i 93 precari dell´assessorato al Territorio (3 milioni di euro), i 90 ex Asu che sono rimasti fuori dal processo di stabilizzazione (2,7 milioni), i nove lavoratori che avevano prestato servizio all´ufficio del commissario per l´emergenza rifiuti (369 mila euro).

Sì al rinnovo del contratto anche per i dipendenti della Fiera del Mediterraneo di Palermo e della Fiera di Messina. Stesso discorso per il Cefpas e per i precari delle Camere di commercio. In totale il rinnovo dei contratti costerà 59,4 milioni.

Sono inoltre previste le stabilizzazioni per i precari degli enti locali che potranno assumere a tempo indeterminato solo quelli che erano già sotto contratto nel 2009 e che abbiamo maturato almeno otto anni di lavoro negli ultimi dieci anni. I contratti del passato sono cumulabili.