Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:26 - Lettori online 862
PALERMO - 13/08/2010
Attualità - Inasprite le sanzioni, 80 gli articoli modificati

Ecco a voi il nuovo codice della strada

L’obiettivo è quello di portare l’Italia a livelli di sicurezza europeo sulle strade

E’ entrato in vigore il nuovo codice della strada. Sono stati modificati ben 80 articoli all’insegna del maggiore rigore e severità soprattutto per alcuni comportamenti di chi è alla guida.

Tutelata anche la sicurezza dei veicoli; fanno discutere le norme anti alcool. Innalzate le sanzioni per chi supera i limiti di velocità; la sanzione da 5 punti oggi più frequente è quella prevista dall´art.142 comma 8, cioè chi supera di oltre 10 fino a 40 km il limite. Cioè chi viaggia fino a 95 in centro abitato, a 136 sulle statali e provinciali dove il limite è 90, fino a 178 in autostrada (applicando per tutte le ipotesi il 5% di tolleranza sulla velocità misurata). Ebbene per questa violazione - la più frequente in assoluto - l´importo della sanzione rimane fissato a 155 euro, ma i punti prelevati scendono da 5 a 3. Per la fascia che va da 40 a 60 km oltre il limite la sanzione aumenta da 370 a 500 euro, ma i punti prelevati da 10 svaporano a 6. Per chi supera il limite di oltre 60 km, come dire chi in autostrada supera i 200 km all´ora rimangono 10 punti prelevati e la sanzione sale da 500 a 779 euro. Insomma più soldi e meno dissuasione.


Le nuove norme dovrebbero modificare i comportamenti al volante di uno dei paesi europei dove si registrano più incidenti e dove la sicurezza stradale non è sicuramente al top. Come di solito succede in Italia le norme ed i regolamenti sono molto precisi e puntuali ma quello che poi manca è il controllo ed i comportamenti sanzionatori che sono quelli che modificano alla radice i comportamenti scorretti.

Nel dettaglio le NOVITA’ del codice della strada:


Alcol - tasso alcolemico pari a zero per i conducenti con meno di 21 anni; per chi ha la patente da non più di 3 anni; Sanzioni più dure per chi guida in stato di ebrezza o di stupefacenti e per chi provoca incidenti. Limiti di velocità più bassi per i neopatentati.

MICROCAR - cinture di sicurezza sempre allacciate per il guidatore. Multe per i proprietari di microcar con il motore truccato e per i meccanici che le hanno modificate.

Test antidroga - test antidroga obbligatorio per prendere la patente, per il rinnovo e per chi guida mezzi pubblici, taxi o camion. Esercizi di guida anche a 17 anni, ma il minore deve avere la patente a ed essere accompagnato da una persona con patente b da almeno 10 anni.

Notifica entro 60 giorni delle multe - Il periodo per ricevere la notifica delle multe passa da 150 a 60 giorni. I proventi delle multe sono divisi al 50% tra l´ente accertatore e l´ente proprietario della strada. Pagamenti di multe a rate dai 200 euro in su, ma solo con redditi bassi.

Scatola nera - rimane la sperimentazione della scatola nera sulle auto, facoltativa e collegata all´assicurazione.

Deroga a sospensione patente - chi ha sospesa la patente può ricorrere al prefetto e chiedere una deroga per guidare massimo tre ore al giorno per andare al lavoro o per fini sociali. La deroga comporta anche a un allungamento della sanzione.

Licenziamenti - chi ha subito la sospensione della patente professionale perchè ubriaco o drogato può essere licenziato per giusta causa.

Tir e bus fino a 70 anni - Passa da 65 a 70 anni l´età massima per condurre i mezzi pubblici, autocarri e tir.

Etilometri – i ristoranti devono dotarsi di mini etilometri a disposizione dei clienti. Divieto per i locali notturni di vendere bevande alcoliche dopo le tre di notte;

Divieto di vendita di superalcolici negli autogrill sulle autostrade dalle 22 alla 6 e divieto di vendita di bevande alcoliche dalle 2 alle 7. Salate le multe per gestori e clienti.

Pedoni - meno 8 punti, contro i 5 precedenti, per chi non rispetta i pedoni che attraversano le strisce. Se le strisce non ci sono o non sono visibili, la sanzione è più bassa ma comunque raddoppiata. Chi non lascia strada a polizia o ambulanze perde 5 punti.

Diversamente abili - agevolazioni fiscali per l´acquisto di autoveicoli.